Daniele Antonio

Padova

Accademico corrispondente dal 4 novembre 2019

Antonio Daniele è nato a Padova il 13 settembre 1946. Come docente ha svolto la sua attività, a partire dal 1971, nelle Università di Vienna, Padova e Cosenza. Ha finito il suo impegno di insegnamento nel 2016 all’Università di Udine come ordinario di Storia della lingua italiana e Filologia italiana.

Ha rivolto i suoi interessi di italianista in particolar modo alla lingua e alla letteratura del Cinquecento e del Seicento. Ha prodotto volumi e saggi specialmente su Torquato Tasso (Capitoli tassiani e Nuovi capitoli tassiani, Antenore, Padova 1983 e 1998), ma anche sui nostri massimi scrittori plurilingui: Folengo e Ruzzante. Dodici studî sul plurilinguismo rinascimentale (Esedra, Padova 2013). Si è occupato pure di questioni di filologia e di metrica (Linguaggi e metri del Cinquecento, Marra, Cosenza 1994).

A Carlo de’ Dottori ha dedicato una monografia (Carlo de’ Dottori. Lingua, cultura e aneddoti, Antenore, Padova 1986); del Dottori ha anche pubblicato le edizioni critiche della Galatea (Commissione per i testi di lingua, Bologna, 1977) e dell’Asino (Laterza, Bari 1987).

Ha prodotto studî sulla lirica del Petrarca volgare e del Trecento in generale (La memoria innamorata. Indagini e letture petrarchesche, Antenore, Roma-Padova, 2005), curando anche un volume miscellaneo relativo alle Lingue del Petrarca (Forum, Udine 2005). Delle Rime di Giovanni Dondi dell’Orologio ha dato un’edizione commentata (Neri Pozza, Vicenza 1990).

Ha raccolto ed edito inoltre i poemetti in dialetto veneto di Romano Pascutto (L’acqua, la piera, la tera e altre poesie (Marsilio, Venezia 1990), nonché le sue liriche italiane (Nostro tempo contato e altre poesie edite e inedite (ancora Marsilio, 2003). Da qualche anno si occupa anche di storia aneddotica della Grande Guerra: Magnaboschi. Storie di guerra, di scrittori e d’altopiano (Cierre Edizioni, Sommacampagna 2006) e La guerra di Gadda (Gaspari, Udine 2009).

Ultimamente si è rivolto soprattutto alla poesia e alla prosa contemporanea, specie veneta: Dal centro al cerchio. L’esperienza narrativa di Luigi Meneghello (Cleup, Padova 2016) e Nostro Novecento (ancora Cleup, 2018).

È presidente (dal 2018) dell’Accademia Galileiana di Padova e membro dell’Accademia Olimpica di Vicenza.