Frasso Giuseppe (emerito)

Milano

Socio dal 16 maggio 2011
Giuseppe Frasso è professore emerito di Filologia della letteratura italiana, Università Cattolica, Milano.
Fa parte del Consiglio direttivo dell’Ente Nazionale “Francesco Petrarca” – Padova; è Socio dell’Ateneo di Brescia, Membro effettivo dell’Istituto Lombardo-Accademia di scienze e Lettere, Socio fondatore dell’Accademia di Italianistica della Biblioteca Ambrosiana, Socio corrispondente della Società Filologica romana, Socio corrispondente della Commissione per i testi di lingua di Bologna, Socio dell'Istituto di Studi Superiori dell'Insubria "Gerolamo Cardano",
Membro aggregato del Consiglio direttivo dell'Istituto storico italiano per il Medioevo,
Membro del Consiglio direttivo del Centro nazionale di Ricerca per le storie locali e le diversità - Università dell’Insubria.
È condirettore delle riviste "Studi Petrarcheschi", "StEFI", "Verbum" (quest’ultima pubblicata dall’Università Cattolica di Budapest) e delle collane "Studi sul Petrarca" e "Scrittori italiani commentati".
Le sue indagini si sono volte a Petrarca e al petrarchismo filologico, al rapporto tra latino e volgare nella prima età tipografica, a testi d’aria lombarda del secondo ottocento, a problemi di metodo nell’indagine filologica, con attenzione particolare ai libri a stampa postillati, e a problemi di storia della filologia italiana. Sta attendendo, con Alessandro Pancheri, a una nuova edizione dei RVF di Petrarca.
Alcuni volumi:
Studi su i Rerum vulgarium fragmenta e i Triumphi, Padova 1983;
Illustrazione libraria, filologia e esegesi petrarchesca fra Quattro e Cinquecento, Padova 1990 (con E. Sandal e G. Mariani Canova);
Francesco Petrarca. La biografia per immagini, Torino-Londra-Venezia-New York 2004;
Pietro Mazzucchelli studioso di Dante. Sondaggi e proposte, Roma 2013 (con M. Rodella);
Una biblioteca, un bibliotecario e tre maestri, Roma 2019;
Indagini su un postillato ambrosiano. Un pittore e il suo vocabolario, Milano 2019.

Agenda eventi


Avvisi

Certificazione verde COVID-19 e accesso all'Accademia della Crusca

Avviso da Crusca

Per accedere all'Accademia della Crusca, dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021 (o comunque fino al perdurare dello stato di emergenza), è fatto obbligo di possedere e di esibire, su richiesta, la certificazione verde COVID-19.

La lingua di Dante non può parlare di scienza. Il MUR esclude l'italiano nel bando per i fondi FIS

Avviso da Crusca

Il nuovo Tema di Claudio Marazzini. Partecipa alla discussione

Servizi in emergenza Covid-19 - Aggiornamenti del 4 agosto 2021

Avviso dalla biblioteca

Il Presidente dell’Accademia della Crusca, in ottemperanza alla vigente normativa per il contrasto e il contenimento della pandemia da Covid-19, impartisce le seguenti indicazioni:

La Biblioteca dell’Accademia della Crusca è aperta al pubblico con gli orari consueti.
Si elencano di seguito le modalità di accesso alla sala di consultazione e alle collezioni della Biblioteca, in vigore fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19. Leggi tutto

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Scomparso l'accademico Maurizio VItale

22 ott 2021

EFNIL: rinnovamento del comitato esecutivo

12 ott 2021

Il Dante della Crusca in prestito alle Scuderie di Quirinale

27 set 2021

Mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

23 mar 2021

La parola fresca di giornata. 365 giorni con Dante

01 gen 2021

"Dentro la Crusca, dentro l'italiano": le iniziative nate dalla collaborazione 2020/2021 tra l'Accademia e UniCoop Firenze

01 gen 2021

L'Accademia della Crusca e le celebrazioni del 2021, anno dantesco

02 gen 2021

Vai alla sezione