Scaffali digitali

Le Crusche in rete

Con la Lessicografia della Crusca in Rete l’Accademia della Crusca pubblica sul web il contenuto delle cinque edizioni del Vocabolario  degli Accademici.

VAI AL SITO

Storia e patrimonio librario dell'Accademia della Crusca

La raccolta di tutti gli archivi, banche dati, repertori dedicati all valorizzazione del patrimonio librario e archivistico dell'Accademia, realizzati nel corso degli anni grazie a singoli progetti strategici.

Scopri gli scaffali digitali

Tommaseo Online

L’Accademia della Crusca è lieta di presentare, accanto alle cinque Crusche fiorentine, la versione elettronica del Dizionario della lingua italiana di Tommaseo, interrogabile attraverso un motore di nuova concezione realizzato da Daniele Fusi.

VAI AL SITO

Grande dizionario della lingua italiana

Il corpus contiene attualmente tutti i volumi del GDLI (tranne il Supplemento 2009) in una versione provvisoria e sperimentale, perfettibile mediante il lavoro di revisione che tutt’ora prosegue presso l’Accademia, come è necessario per un’opera di questa mole. Si è comunque deciso di mettere immediatamente lo strumento (realizzato a tempo di record) nelle mani degli studiosi, benché presenti non pochi difetti.

VAI AL SITO

Vocabolario dantesco

Il progetto del Vocabolario Dantesco (VD), frutto della stretta collaborazione fra l'Accademia della Crusca e l'Istituto del CNR Opera del Vocabolario Italiano, nasce nell'ambito delle celebrazioni per i due centenari del poeta (2015 e 2021). Il VD si propone come uno strumento innovativo e aggiornato che consenta una piena comprensione del lessico di Dante in rapporto alla lingua del suo tempo, delle generazioni precedenti e successive, della tradizione letteraria latina e romanza.

VAI AL SITO

ArchiDATA - Archivio datazioni lessicali

ArchiDATA, Archivio di (retro)datazioni lessicali, è una banca dati, ideata e realizzata da Ludovica Maconi per la parte linguistica e da Michele Lavezzi per la parte informatica, dedicata all'aggiornamento delle date di prima attestazione delle parole, con particolare attenzione per il lessico moderno. Le datazioni fornite dai repertori etimologici di riferimento e dal GRADIT sono, come noto, bisognose di una revisione da attuare per mezzo dei moderni strumenti informatici (corpora elettronici e programmi destinati allo studio del lessico).

VAI AL SITO

Vocabolario fiorentino

Promosso nel 1994 per volontà di Giovanni Nencioni, il Vocabolario del fiorentino contemporaneo (VFC) si propone di documentare tutta quell’area del repertorio in cui si verifica al giorno d’oggi una mancata, o parziale, sovrapposizione, fra “lessico fiorentino” e “lessico italiano”.

VAI AL SITO

Biblioteca Digitale

Fonti normative e descrittive dell'italiano: corpus digitale di testi dal XVI al XIX secolo

Il presente progetto, realizzato nell’ambito della Biblioteca digitale italiana, intende consentire allo studioso, attraverso l’acquisizione digitale di testi a stampa, di ricostruire l’ambiente culturale e lo stato degli studi lessicali, grammaticali e filologici in momenti particolarmente significativi nella storia della lingua italiana.

VAI AL SITO

Le parole dell'arte. Per un lessico della storia dell'arte nei testi dal XVI al XX secolo

L’Accademia della Crusca e la Fondazione Memofonte da tempo sono impegnate nella ricerca, nella valorizzazione e nell'informatizzazione di fonti storico-artistiche, non solo per consentirne una più agevole fruizione da parte di un pubblico vasto, ma anche per offrire agli studiosi la possibilità di approfondire le loro conoscenze circa la formazione e l’evoluzione della terminologia dell’arte.

VAI AL SITO

Dalla scuola senese all'Accademia della Crusca

Dalla Scuola Senese all'Accademia della Crusca
Questione della lingua e lessicografia tra Cinquecento e Settecento

 

VAI AL SITO

Antologia Vieusseux

Uscita in 48 volumi (per un totale di 26.000 pagine) dal 1821 al 1832, anni decisivi per la formazione dell'opinione pubblica italiana in direzione nazionale, l'"Antologia" di Gian Pietro Vieusseux, per la statura dei collaboratori, la vastità dei temi culturali e civili coraggiosamente affrontati e dibattuti, lo spirito progressivo e il pathos civile che l'anima, s'impone come il periodico più rappresentativo della prima metà dell'800, e forse di tutto il secolo.
 

VAI AL SITO

VIVIT: Vivi italiano

VIVIT è un archivio informatico di materiali e strumenti rivolti agli italiani all’estero, in particolare a quelli di seconda e terza generazione. La banca dati multimediale è rappresentativa della lingua e della cultura italiana e vuole diventare un punto di riferimento per chi voglia stabilire un solido contatto culturale a distanza con il nostro paese.

VAI AL SITO

PIT- Portale dell'italiano televisivo

La realizzazione di un portale dell’italiano televisivo è stato l’obiettivo del progetto PRIN 2008 “Il portale dell’italiano televisivo: corpora, generi e stili comunicativi”, finanziato dal MIUR, e che ha visto il coinvolgimento delle Università degli Studi di Firenze, Catania, Genova, Milano e della Tuscia e il sostegno dell’Accademia della Crusca.
Il progetto ha previsto anche obiettivi collaterali, comunque determinanti all’arricchimento del portale.

VAI AL SITO

Archivio testuale dei "Periodici Milanesi"

Il corpus dei materiali testuali è costituito da una raccolta di periodici milanesi della prima metà dell’Ottocento, che è alla base dei 5 volumi “La stampa periodica milanese della prima metà dell’Ottocento: testi e concordanze”, importante opera curata da Stefania De Stefanis Ciccone, Ilaria Bonomi e Andrea Masini e pubblicata da Giardini Editore (Pisa) nel 1984.

VAI AL SITO

Agenda eventi


Avvisi

L’Accademia della Crusca nomina 13 nuovi accademici corrispondenti

Avviso da Crusca

Maggiori informazioni sono disponibili nelle sezioni "Ufficio stampa" e "Notizie".

Biblioteca dell'Accademia - Donazioni

Avviso dalla biblioteca

La Biblioteca accetta in dono unicamente opere attinenti ai propri ambiti disciplinari.
Le opere inviate non saranno comunque restituite al donatore.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

L’Accademia della Crusca nomina 13 nuovi accademici corrispondenti

06 nov 2019

Vai alla sezione