Visitare la Crusca

Visitare l'Accademia della Crusca, entrando a contatto diretto con i luoghi in cui si svolgono le sue attività e con le persone che ci lavorano, è il modo migliore per conoscerne la storia, i progetti, il perché ancora oggi, a distanza di oltre quattro secoli dalla sua fondazione, essa resti un punto di riferimento per lo studio della lingua italiana in Italia e nel mondo.

Una visita all'accademia si snoda attraverso gli ambienti più significativi della sua sede, la villa medicea di Castello: la Biblioteca, unica al mondo per la collezione di testi, dizionari, grammatiche e riviste specializzate; l’Archivio, il più ricco deposito della storia della Crusca e dei materiali autografi prodotti nei secoli dagli Accademici; la Sala delle Pale, dove sono conservati gli emblemi storici dell’Accademia e dei suoi membri, ispirati all’analogia che ha guidato fin dall’inizio l’attività della Crusca, quella tra la buona lingua e la buona farina.

A partire dal settembre 2022, l'inaugurazione di un nuovo percorso espositivo permetterà ai visitatori di apprezzare ancora più a fondo la visita, affiancando all'accompagnamento di una guida una serie di materiali espositivi e una ricca selezione di documenti in mostra.

Come gli anni precedenti, sarà possibile scegliere tra percorsi diversificati in base all’età dei visitatori e, per le scuole, partecipare a laboratori didattici.

Gli incontri si svolgono, per i gruppi (con prenotazione obbligatoria), ogni 
• mercoledì dalle 9 alle 18;
• giovedì dalle 9 alle 16;

in casi eccezionali, in altri giorni da concordare sulla base del calendario delle attività dell’Accademia;

per i singoli (con prenotazione obbligatoria; è possibile prenotare l'incontro dell'ultima domenica del mese fino alle 13 del venerdì precedente)
• ogni ultima domenica del mese alle ore 11

PER INFORMAZIONI SCRIVERE A: incontralacrusca@crusca.fi.it


Gli incontri possono essere differenziati in relazione alle tipologie dei gruppi, ad esempio per gli alunni delle scuole sono previste anche attività di laboratorio.
Le attività di laboratorio proposte dall’Accademia della Crusca intendono avvicinare i ragazzi delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, insieme ai loro insegnanti, all’Accademia e alla storia della lingua italiana.

In tre percorsi distinti – uno dedicato alle pale dell’Accademia, uno al vocabolario e alle sue voci, uno ai dialetti – i partecipanti saranno guidati in attività che permetteranno loro di familiarizzare con la simbologia storica della Crusca, con la pratica della lessicografia e della dialettologia.

Descrizione degli Incontri:

Incontro semplice:
Venire da noi è il modo più semplice per entrare in contatto con la storia e l’attività dell’Accademia della Crusca, istituzione nata tra il 1582 e il 1583 e ancora oggi punto di riferimento per le ricerche sulla lingua italiana in Italia e nel mondo. Gli ospiti verranno accolti nella Villa Reale di Castello, storica dimora medicea attualmente sede dell’Accademia, e accompagnati a conoscerne gli ambienti più significativi. Nella Sala delle Conferenze, abbellita da affreschi settecenteschi, verrà proposto un percorso per immagini e documenti, diversificato sulla base dell’età dei visitatori, che illustrerà la storia dell’istituzione e mostrerà, attraverso il riferimento all’opera del Vocabolario, il contributo decisivo che essa ha dato alla codificazione e alla diffusione della lingua italiana. L’incontro proseguirà alla scoperta della Biblioteca, unica al mondo per la collezione di testi, dizionari, grammatiche e riviste specializzate, e della Sala delle Pale, dove sono conservati gli emblemi storici dell’Accademia e dei suoi membri, ispirati all’analogia che ha guidato fin dall’inizio l’attività della Crusca, quella tra la buona lingua e la buona farina.
durata 1h

Laboratori:

1. Accademici per un giorno
Laboratorio sulle pale e sulla simbologia della Crusca
Consigliato per la scuola primaria
Dopo aver raccontato agli studenti la storia dell’Accademia, mostrato la Sala delle Pale e chiarita la “forma tipo” di una pala, agli alunni verrà illustrato lo scopo del laboratorio: disegnare una pala personalizzata. Ai ragazzi vengono distribuiti fogli con il profilo di una pala priva di immagine e scritte, da completare e colorare. Viene loro chiesto di combinare un nome e un motto e di disegnare a partire da essi un’immagine esplicativa, così come gli accademici hanno fatto fin dalla fondazione della Crusca. Il disegno dovrà avere a che fare con l’analogia tra lingua e farina, propria dell’Accademia. Lo scopo del laboratorio è di creare nuove combinazioni sull’esempio di quelle già esistenti, giocando con le metafore e progettando pale personalizzate.
Si consiglia di far portare ai partecipanti astucci e matite colorate.

2. Facciamo il vocabolario
Laboratorio di lessicografia
Consigliato per la scuola secondaria di primo e di secondo grado
Agli studenti sarà brevemente spiegato qual è il lavoro di un lessicografo, che cosa vuol dire nella pratica “fare un vocabolario” e qual è la struttura di un dizionario dell’uso. Il lavoro ruoterà intorno a una o più parole polisemiche da noi proposte e consisterà nell’individuarne e scriverne i diversi significati. Come aiuto al lavoro gli studenti avranno a disposizione una serie di contesti in cui compaiono le parole scelte. Individuate e annotate le diverse accezioni della parola, i ragazzi compileranno la “loro” voce lessicografica.
Il laboratorio sarà diversificato per i due gradi di scuola (primo e secondo) e differenziato per complessità sulla base dell’età degli studenti.

3. Dialetti e lingua
Laboratorio di dialettologia
Consigliato per la scuola secondaria di secondo grado
Agli studenti verranno illustrate le definizioni di dialetto e lingua e i loro reciproci rapporti; si forniranno, a grandi linee, notizie su come e perché si sono formati i dialetti e su quante e quali siano le varietà locali della penisola. Verranno poi presentati due degli strumenti fondamentali per il dialettologo: il vocabolario dialettale e l’atlante linguistico; di entrambi si faranno “toccare con mano” versioni datate e versioni recenti in modo da rilevarne l’evoluzione in relazione al mutamento della disciplina e delle sue finalità. Infine si illustrerà il rapporto dinamico attuale tra il versante della lingua e quello dei dialetti che caratterizza il variegato panorama italiano della competenza linguistica. Al termine verrà distribuito agli studenti un elenco di modi idiomatici dialettali tipici di diverse regioni italiane e si chiederà loro di provare a tradurli o almeno di comprenderne il senso. In rapporto all’età e alle competenze delle classi si potranno affrontare temi più complessi e approfondimenti.
Incontro + laboratorio: durata 2h 

PER LE SCUOLE:

- LABORATORIO SEMPLICE “ACCADEMICI PER UN GIORNO”; (solo per gli alunni della scuola primaria)
Numero minimo di partecipanti: 18 (per situazioni particolari rivolgersi all’UFFICO INCONTRI (vedi dati qui in calce).
Si accettano offerte volontarie all’Associazione Amici dell’Accademia della Crusca che si occupa dell’organizzazione degli Incontri.

- INCONTRO SEMPLICE (per gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado)
Numero minimo di partecipanti: 18 (per situazioni particolari rivolgersi all’UFFICO INCONTRI (vedi dati qui in calce).
Si accettano offerte volontarie all’Associazione Amici dell’Accademia della Crusca che si occupa dell’organizzazione degli Incontri.

- INCONTRO + LABORATORIO (per gli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado)
Numero minimo di partecipanti: 18 (per situazioni particolari rivolgersi all’UFFICO INCONTRI (vedi dati qui in calce).
Si accettano offerte volontarie all’Associazione Amici dell’Accademia della Crusca che si occupa dell’organizzazione degli Incontri.

----

GRUPPI DI ADULTI:

INCONTRO SEMPLICE in giorni feriali
Numero minimo di partecipanti: 15 (per situazioni particolari rivolgersi all’UFFICO INCONTRI (vedi dati qui in calce).
Si accettano offerte volontarie all’Associazione Amici dell’Accademia della Crusca che si occupa dell’organizzazione degli Incontri.

INCONTRO SEMPLICE di sabato e nei festivi
Numero minimo di partecipanti: 20 (per situazioni particolari rivolgersi all’UFFICO INCONTRI (vedi dati qui in calce).
Si accettano offerte volontarie all’Associazione Amici dell’Accademia della Crusca che si occupa dell’organizzazione degli Incontri.

INCONTRO + LABORATORIO (per studenti in età universitaria)
Numero minimo di partecipanti: 15 (per situazioni particolari rivolgersi all’UFFICO INCONTRI (vedi dati qui in calce).
Si accettano offerte volontarie all’Associazione Amici dell’Accademia della Crusca che si occupa dell’organizzazione degli Incontri.

---

SINGOLI:

INCONTRO SEMPLICE ogni ultima domenica del mese:
Si accettano offerte volontarie all’Associazione Amici dell’Accademia della Crusca che si occupa dell’organizzazione degli Incontri.

---

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

UFFICIO INCONTRI:
email: incontralacrusca@crusca.fi.it
email per le scuole: incontralacruscascuola@crusca.fi.it

telefono per le scuole (lunedì, mercoledì e venerdì: ore 10-13): 366 6423512
telefono per privati e gruppi di adulti (lunedì, mercoledì e venerdì: ore 10-13): 366 6461986




Attività

Proverbi danteschi: ieri e oggi

Le iniziative dell'Accademia per il 2021, anno dantesco

Dantedì


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Nuovo regolamento per gli utenti della Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Dal 3 gennaio 2023, per gli studiosi che accedono alla Biblioteca è in vigore un nuovo regolamento.

Ordine di servizio

Avviso da Crusca

In ottemperanza alla normativa vigente, si raccomanda a tutti coloro che frequentano, a vario titolo, la Villa medicea di Castello, l’osservanza delle seguenti regole da adottare per il contenimento dei consumi energetici:
- all’interno della Villa l’esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale è consentito per 11 ore giornaliere dall’8 novembre al 7 aprile (art. 1 comma 2 del Decreto del Ministro della Transizione ecologica del 6 ottobre 2022);
- la media ponderata delle temperature dell'aria, misurate nei singoli ambienti di ciascun locale della Villa per la climatizzazione invernale non deve essere superiore a 19 gradi centigradi, più 2 gradi centigradi di tolleranza (art. 19-quater del Decreto legge n. 17 del 1° marzo 2022);
- l’apertura delle finestre per il ricambio dell’aria deve essere limitata allo stretto necessario;
- regolare la luminosità della luce artificiale a seconda della luminosità esterna;
- spegnere le luci, il monitor del PC e il fancoil quando ci si allontana dalla propria postazione di lavoro e al termine del proprio orario di lavoro;
- non stampare mail o altri documenti, se non strettamente necessario.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Scomparsa l'accademica Bice Mortara Garavelli

26 gen 2023

Antichi maestri: un allestimento teatrale appositamente pensato per la Crusca

11 nov 2022

Scomparso lo storico della lingua Andrea Dardi

02 nov 2022

Due spettacoli teatrali alla villa medicea di Castello

26 ott 2022

Scomparso l'accademico Luciano Agostiniani

20 ott 2022

L’italiano e i giovani. Come scusa? Non ti followo: il libro edito dall'Accademia in occasione della Ventiduesima Settimana della lingua italiana nel mondo

15 ott 2022

Tre visite guidate riservate ai soci UniCoop Firenze e Amici dell'Accademia della Crusca

10 ott 2022

Sao ko kelle terre. Piccola storia della lingua italiana: al MUNDI uno spettacolo dedicato alla lingua italiana

23 set 2022

Vai alla sezione