Storia

L’Accademia della Crusca conserva da secoli il più importante Archivio per la storia della lingua italiana.

Solo a metà dell’Ottocento la Crusca rientrò in possesso del patrimonio documentario più antico, che era stato trasferito nel 1783 presso la Biblioteca Magliabechiana in seguito al rescritto sovrano che decretava l’accorpamento della Crusca all’Accademia Fiorentina. Infatti, dopo la riapertura nel 1811 voluta da Napoleone I con lo scopo di una nuova edizione del vocabolario, si conservarono in modo costante e preciso tutti i documenti prodotti dall’Accademia e si iniziò il recupero del materiale custodito ancora presso la Magliabechiana.

Nonostante questo, i numerosi cambiamenti di sede dell’Accademia (passata tra l’altro per un locale in Piazza de’ Peruzzi, il Convento di Santo Spirito, il Palazzo Medici Riccardi, il Convento di San Marco, il Palazzo de’ Giudici) avevano determinato, e determinarono anche in seguito, dispersioni e perdite di materiale.

Spetta al lavoro quasi quarantennale di Severina Parodi (nella foto) l’aver riunito, riordinato e in parte catalogato il materiale archivistico, curandone il trasferimento presso la nuova ed attuale sede della villa di Castello, residenza preferita dai Medici fin dai tempi di Lorenzo, poi passata ai Lorena e infine ai Savoia, che la donarono allo Stato nel 1919. Destinata nel 1966 ad ospitare l’Accademia della Crusca, fu sottoposta dalla Soprintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici ad un ampio restauro e consegnata quindi all’Accademia, come detto, nel 1972.

Nel luglio 2003 l’Archivio è stato trasferito in due nuove sale dell’Accademia, appositamente allestite per un’adeguata conservazione del materiale, grazie al finanziamento dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Nel dicembre 2005 l’Archivio Storico è stato ufficialmente inaugurato e intitolato a Severina Parodi (1925-2003) per ricordare il suo impegno e la sua opera di valorizzazione del patrimonio dell’Accademia.

 

Attività

Le iniziative dell'Accademia per il 2021, anno dantesco

Dantedì

OIM - Osservatorio degli Italianismi nel Mondo


Agenda eventi


Avvisi

Esame di Stato. Mai più senza prove scritte

Avviso da CruscaIl nuovo Tema di Paolo D'Achille è in rete. Partecipa alla discussione

Servizi in emergenza Covid-19 - Aggiornamenti del 4 agosto 2021

Avviso dalla biblioteca

Il Presidente dell’Accademia della Crusca, in ottemperanza alla vigente normativa per il contrasto e il contenimento della pandemia da Covid-19, impartisce le seguenti indicazioni:

La Biblioteca dell’Accademia della Crusca è aperta al pubblico con gli orari consueti.
Si elencano di seguito le modalità di accesso alla sala di consultazione e alle collezioni della Biblioteca, in vigore fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19. Leggi tutto

Certificazione verde Covid-19

Avviso da Crusca

Avvisiamo che dal 6 agosto 2021, come stabilito dal Decreto Legge del 23 luglio 2021 n. 105, articolo 3 comma 3 lettera c, l’accesso alla biblioteca e all’archivio, e la partecipazione a convegni, seminari, visite guidate e qualsiasi altra manifestazione, è consentito esclusivamente a soggetti muniti di certificazione verde Covid-19 (Green Pass), fatto salve le esclusioni e le esenzioni previste dallo stesso Decreto.

Il personale dell’Accademia è incaricato, all’ingresso, di accertare il possesso dei requisiti richiesti.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

23 mar 2021

La parola fresca di giornata. 365 giorni con Dante

01 gen 2021

"Dentro la Crusca, dentro l'italiano": le iniziative nate dalla collaborazione 2020/2021 tra l'Accademia e UniCoop Firenze

01 gen 2021

L'Accademia della Crusca e le celebrazioni del 2021, anno dantesco

02 gen 2021

Vai alla sezione