A proposito di spiazzale

A Francesca Emiro, che ci scrive da Afragola chiedendoci un chiarimento a proposito della forma spiazzale, riproponiamo il brano di Paolo D’Achille, apparso sul n. 43 (ottobre 2011) della nostra rivista La Crusca per voi.

Risposta

A proposito di spiazzale

Al signor Vincenzo Strazioso, che da Lucera ci chiede se si possa usare il termine spiazzale rispondiamo quanto segue.

La parola spiazzale è ottocentesca. Il Grande dizionario italiano dell’uso (GRADIT) di De Mauro, la registra, nel senso di ‘piazzale, spiazzo’, datandola al 1883 e considerandola derivata appunto da spiazzo con il suffisso –ale. Si potrebbe però pensare anche a un “incrocio” tra spiazzo e piazzale, voci entrambe più antiche (il GRADIT data piazzale al 1812 e spiazzo addirittura al sec. XIV). Tutte e tre le parole (spiazzo, piazzale e spiazzale) sono derivati da piazza (dal gr. platèia, attraverso il lat. plàtea), parola di tradizione diretta, attestata già intorno al 1250, che ha prodotto anche altri derivati di analogo significato, come spiazzata e spiazzato (entrambi datati 1865 nel GRADIT), formati anch’essi, come spiazzo e spiazzale, con il prefisso s-, che in tutti questi casi ha valore intensivo (come in scancellare rispetto a cancellare) e non privativo, come invecenel verbo spiazzare (lett. ‘togliere dalla piazza’, del 1930), da cui si è tratto spiazzamento (1970).
La forma spiazzale fu a lungo ostacolata dai puristi: infatti Filippo Ugolini, nel suo Vocabolario di parole e modi errati che sono comunemente in uso…, Urbino, Rondini, 1848, registrava spiazzale accanto a spiazzo, sconsigliando l’uso di entrambe le parole («SPIAZZALE, SPIAZZO, per allargamento, piazza, area, spazio: altro barbarismo», p. 181). Data la sua esistenza più che secolare, il termine spiazzale sembra accreditato. Però, mentre piazzale è diventato un termine specifico dell’odonimia urbana (accanto a via, viale, corso,piazza, ecc.), per indicare, rispetto alla piazza, un’area più ampia, con almeno un lato sgombro da edifici e comunque di forma irregolare, che assume poi una denominazione specifica (piazzale Michelangelo a Firenze, piazzale Flaminio a Roma, ecc.), spiazzale, come spiazzo, indica un’estensione non pertinente all’ambiente urbano, come può essere un’area di parcheggio interno a una fabbrica, senza ulteriori denominazioni. Qualcosa di analogo, insomma, a quanto si può dire per slargo rispetto a largo:mentre largo può indicare specificamente una piccola piazza all’incrocio di più vie(per es. largo Goldonia Roma) ed è databile al 1877 (come terminedi toponimia urbana, di origine meridionale: DELI), slargo è termine generico ed è databile, secondo il GRADIT, al 1934.

  

Paolo D’Achille

6 luglio 2012


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Nuovo regolamento per gli utenti della Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Dal 3 gennaio 2023, per gli studiosi che accedono alla Biblioteca è in vigore un nuovo regolamento.

Ordine di servizio

Avviso da Crusca

In ottemperanza alla normativa vigente, si raccomanda a tutti coloro che frequentano, a vario titolo, la Villa medicea di Castello, l’osservanza delle seguenti regole da adottare per il contenimento dei consumi energetici:
- all’interno della Villa l’esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale è consentito per 11 ore giornaliere dall’8 novembre al 7 aprile (art. 1 comma 2 del Decreto del Ministro della Transizione ecologica del 6 ottobre 2022);
- la media ponderata delle temperature dell'aria, misurate nei singoli ambienti di ciascun locale della Villa per la climatizzazione invernale non deve essere superiore a 19 gradi centigradi, più 2 gradi centigradi di tolleranza (art. 19-quater del Decreto legge n. 17 del 1° marzo 2022);
- l’apertura delle finestre per il ricambio dell’aria deve essere limitata allo stretto necessario;
- regolare la luminosità della luce artificiale a seconda della luminosità esterna;
- spegnere le luci, il monitor del PC e il fancoil quando ci si allontana dalla propria postazione di lavoro e al termine del proprio orario di lavoro;
- non stampare mail o altri documenti, se non strettamente necessario.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Scomparsa l'accademica Bice Mortara Garavelli

26 gen 2023

Antichi maestri: un allestimento teatrale appositamente pensato per la Crusca

11 nov 2022

Scomparso lo storico della lingua Andrea Dardi

02 nov 2022

Due spettacoli teatrali alla villa medicea di Castello

26 ott 2022

Scomparso l'accademico Luciano Agostiniani

20 ott 2022

L’italiano e i giovani. Come scusa? Non ti followo: il libro edito dall'Accademia in occasione della Ventiduesima Settimana della lingua italiana nel mondo

15 ott 2022

Tre visite guidate riservate ai soci UniCoop Firenze e Amici dell'Accademia della Crusca

10 ott 2022

Sao ko kelle terre. Piccola storia della lingua italiana: al MUNDI uno spettacolo dedicato alla lingua italiana

23 set 2022

Vai alla sezione