Utile idiota

Un lettore ci chiede da dove nasca, come vada interpretata e come si usi l’espressione utile idiota.

Risposta

L’espressione utile idiota, di chiaro tono polemico, affiora nella stampa di centro e di destra durante la campagna elettorale del 1948, per apostrofare il fiancheggiatore – si trattasse di un politico o di un intellettuale indipendente – che sosteneva dall’esterno i partiti del “Fronte democratico” (comunisti e socialisti) e quindi non era altro che uno sprovveduto che alla fin fine faceva il loro gioco. Presi di mira dalla frase ingiuriosa erano soprattutto quegli intellettuali (detti spregiativamente firmaioli) che sottoscrivevano manifesti e appelli dei due partiti di sinistra. Talora, invece di parlare di utili idioti, si rispolverava il vecchio epiteto di mosche cocchiere. Naturalmente erano fondamentalmente gli avversari a parlare di utili idioti, mentre i partiti che ne avevano un tornaconto li chiamavano più benevolmente compagni di strada, un'espressione ricalcata sull'analoga russa.

La locuzione utile idiota si è continuata a usare anche in seguito nel linguaggio politico italiano, riferita non solo ai fiancheggiatori dei partiti di sinistra, ma a qualsiasi fiancheggiatore di qualsiasi partito. Tanto che ha finito per essere impiegata in un’accezione più larga perfino nella lingua comune, per indicare ‘chi si impegna a vantaggio altrui senza badare ai propri interessi’.

Quello dell’utile idiota è un tipico atteggiamento di ipocrita dabbenaggine, o di abile furberia mascherata da ingenuità e disinteresse, che si può riscontrare in ogni epoca e in riferimento ai più diversi schieramenti politici. E infatti anche in passato e sotto altri regimi anime candide di utili idioti non sono mai mancate, seppur indicate con altri nomi.

Massimo Fanfani

27 marzo 2024


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Chiusura dell'Accademia

Avviso da Crusca

L'Accademia della Crusca resterà chiusa il 26 aprile 2024.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Italiano e inglese nei corsi universitari: la lettera aperta del Presidente dell'Accademia al Rettore dell’Alma Mater Studiorum e alla Ministra dell’Università

23 feb 2024

Giornata Internazionale della lingua madre: il contributo video del presidente dell'Accademia Paolo D'Achille

21 feb 2024

"Sao ko kelle terre... Piccola storia della lingua italiana": la Compagnia delle Seggiole in scena alla Villa medicea di Castello con uno spettacolo dedicato alla storia dell'italiano

25 gen 2024

Il restauro degli infissi dell'Accademia per il concorso Art Bonus 2024

25 gen 2024

Scomparso l'Accademico Angelo Stella

15 dic 2023

Corso di formazione per insegnanti Le parole dell’italiano: idee e pratiche efficaci per insegnare e apprendere il lessico

15 nov 2023

25 ottobre 2023: il Collegio della Crusca nomina 10 nuovi accademici

27 ott 2023

Aspettando la Piazza delle lingue: quattro incontri all'Accademia della Crusca

05 ott 2023

Vai alla sezione