Fare un biscotto

Con questa scheda vogliamo riproporre una locuzione usata in ambito calcistico trattata da Mara Marzullo sul n. 29 della Crusca per voi (ottobre 2004).

Risposta

«Luigi Chiappini ci scrive da Londra - dopo aver sentito in televisione e letto sullo schermo l’espressione "Grandi biscotti del calcio" per raccontare "la possibilità di una combine tra Svezia e Danimarca" ai danni dell’Italia - per chiederci delucidazioni su questo significato del termine.


Biscotto si usa nella locuzione, quasi specificatamente del linguaggio sportivo, fare un biscotto, che ha avuto senza dubbio una recente diffusione su stampa e televisione proprio in occasione degli ultimi campionati europei di calcio di fronte al sospetto di un accordo "segreto" tra Svezia e Danimarca per garantire alle due squadre la qualificazione al turno successivo a scapito dell’Italia.
Il significato esteso di ‘truccare una competizione sportiva’ deriverebbe da un’espressione gergale dell’ippica in cui indica il ‘truccare una corsa somministrando a un cavallo sostanze proibite’, almeno secondo il Grande Dizionario Italiano dell’Uso (diretto da Tullio De Mauro, Torino, UTET, 1999-2000) e secondo alcuni dizionari dei modi di dire.
L’ampiezza di significato di biscotto (che può indicare tanto una ‘pasta dolce di varia forma cotta a lungo in forno’ quanto il ‘pane cotto due volte’) potrebbe spiegare la fortuna di cui ha goduto questa parola in proverbi e modi di dire, anche antichi, tra cui ammorbidire il biscotto "che significa in modo abbastanza trasparente ‘appianare una difficoltà, venire in aiuto’ – o direbbe che il biscotto non avesse crosta per indicare qualcuno ‘che neghi le cose chiare, o affermi le false’, ricordato dal Tommaseo-Bellini alla voce biscotto. Altro modo di dire è mettere(si) in mare (o in nave) senza biscotto, usato da Boccaccio nel Decameron (giornata VIII, novella 6, paragrafo 44) per indicare il ‘porsi a un’impresa, a un lavoro senza adeguata preparazione, senza aver preso tutti i provvedimenti del caso’ (citando dal Grande dizionario della lingua italiana, Torino, UTET, 1961-2002): in questo caso biscotto ha quasi un valore specifico per il linguaggio della marina, perché "se fatto con farina di grano di buona qualità, a perfetta cottura, si ripone intieramente asciutto e può serbarsi per molti mesi in buone condizioni" (Dizionario di marina medievale e moderno, Roma, Reale Accademia d’Italia, 1937).
Si può osservare in conclusione che per la sua indubbia impronta gergale l’espressione fare un/il biscotto dovrebbe ricorrere solo in particolari registri, soprattutto nello scritto, come si ricava dagli esempi seguenti tratti da due quotidiani in cui lo stesso evento viene descritto solo nel primo caso come biscotto (nel secondo si parla di pareggio annunciato e di combine): “Sugli spalti, prima della partita, gli svedesi ironici prendono in giro gli italiani per il biscotto di Svezia-Danimarca agli Europei” ("La Repubblica", 25 agosto 2004); "Prima del calcio d’inizio, e durante la partita, i giocatori scandinavi non hanno mai smesso di scherzare e fare battute sul pareggio annunciato. [...] Ho sentito come parlavano i giocatori prima della partita, e loro stessi in seguito mi hanno raccontato che tra un’azione e l’altra si prendevano gioco degli italiani dice al telefono da Göteborg. Erano infastiditi dalle voci di combine" ("Corriere della Sera", 30 luglio 2004)».

Mara Marzullo

Piazza delle lingue: Lingua e saperi Media

10 febbraio 2014


Agenda eventi


Avvisi

Visite in presenza alla mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

Avviso da Crusca

Mercoledì 7 luglio 2021 sarà possibile visitare in presenza la mostra dantesca allestita nella Sala delle Pale insieme al curatore Domenico De Martino. Sono previsti 2 incontri da massimo 15 partecipanti, uno alle 21 e l'altro alle 22, con prenotazione obbligatoria. Le informazioni sull'allestimento e sulle modalità di prenotazione sono disponibili qui.

Premio Giovanni Nencioni per una tesi di dottorato in linguistica italiana discussa all’estero

Avviso da Crusca

La domanda di partecipazione alla X edizione del Premio Nencioni è disponibile nella sezione "Bandi".

Servizi in emergenza Covid-19 - Aggiornamenti

Avviso dalla biblioteca

Il Presidente dell’Accademia della Crusca, in ottemperanza alla vigente normativa, ed in particolare al DL n. 65 del 18 maggio 2021, impartisce le seguenti indicazioni:

la Biblioteca dell’Accademia della Crusca è aperta al pubblico con gli orari consueti e con le norme indicate nell’Avviso pubblicato il 4 dicembre 2020, tranne le seguenti novità a partire da giovedì 27 maggio 2021:

  • l’accesso alla sala di lettura avviene senza prenotazione;
  • è consentito l’accesso al ballatoio della sala dopo la sanificazione delle mani.

Chiusura estiva dell'Accademia

Avviso da Crusca

L'Accademia della Crusca resterà chiusa dal 9 al 22 agosto compresi. Gli uffici riapriranno regolarmente il lunedì 23.

Chiusura straordinaria dell'Accademia

Avviso da Crusca

L'Accademia resterà chiusa venerdì 25 giugno 2021.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Una mostra virtuale su Dante e la Crusca alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana

26 mar 2021

Mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

23 mar 2021

La parola fresca di giornata. 365 giorni con Dante

01 gen 2021

"Dentro la Crusca, dentro l'italiano": le iniziative nate dalla collaborazione 2020/2021 tra l'Accademia e UniCoop Firenze

01 gen 2021

L'Accademia della Crusca e le celebrazioni del 2021, anno dantesco

02 gen 2021

Vai alla sezione