Il prefisso (o i prefissi) anti-

Alcuni utenti hanno chiesto delucidazioni riguardo al prefisso italiano anti-, che in apparenza ha molti significati differenti. Riproponiamo qui una risposta scritta da Raffaella Setti e apparsa sul numero 40 della nostra rivista La Crusca per voi (aprile 2010).

Risposta

«Vincenzo D'Aspo ci chiede l'etimologia della parola antipasto in rapporto ad altri derivati con il prefisso anti-, del tipo antibiotico, antipatico, ecc.

Il prefisso (o i prefissi) anti-

Il prefisso anti-, apparentemente lo stesso per tutti i moltissimi derivati, può avere due origini diverse: dal greco antí che significava 'contro', o dal latino ante che voleva dire 'davanti' nello spazio o 'prima' nel tempo. All'origine, tra la preposizione greca e quella latina doveva comunque esserci una relazione abbastanza stretta anche dal punto di vista semantico: chi è 'contro', in particolare l'esercito nemico, sta anche 'davanti, di fronte'; in un secondo tempo i due significati si sono specializzati e quindi distinti.

Le formazioni con questi prefissi sono per lo più derivati che hanno una base già presente in italiano, a cui è stato aggiunto il prefisso latino o greco.

In italiano il prefisso greco antí esprime due significati: 'contro' e 'il contrario di'. Rimandano al primo significato di antí, ad esempio, antiacido ('che agisce contro l'acido'), antibiotico ('che agisce contro i batteri'), antipatico ('che suscita un sentimento di avversione, quindi contro qualcosa o qualcuno'), antitarme ('che agisce contro le tarme'); per il secondo significato possiamo segnalare antieroe ('il contrario dell'eroe'), antimateria ('il contrario della materia'). Con il primo significato di 'contro' è un prefisso ancora molto produttivo (il volume dei Neologismi curato da V. Della Valle e G. Adamo, dell'Istituto dell'Enciclopedia Treccani del 2008, elenca 282 neologismi con questo prefisso, del tipo antiansiogeno, antibarriere, anticasta, ecc.).

Sui derivati con il prefisso latino ante- è opportuna una breve riflessione in merito alla forma: ante- si è mantenuto inalterato in parole dotte come antefatto, anteporre, antesignano, antelucano o come le più moderne antemarcia e anteguerra; lo stesso prefisso ha subìto il passaggio della e in i, e ha quindi assunto la forma anti-, in pochi derivati, tra i quali antipasto, in cui ha valore temporale, e il gruppo anticamera, antibagno, anticucina, antiporta (che però ha un sinonimo in controporta!), in cui ha valore spaziale. Per spiegare questi casi si può invocare il fatto che la variante anti era già presente in latino, e poi attestata in antichi testi siciliani e toscani (in Giacomo da Lentini, ad esempio: «Anti vorria morir di spata / ch'i' voi vedesse currucciusa», o in Guinizzelli: «Né fe' amor anti che gentil core, Né gentil cor anti ch'amor, natura»), con funzione avverbiale e significato di 'prima'; può trattarsi dell'evoluzione dell'e protonica in i, propria del fiorentino (si pensi ai tanti derivati con i prefissi de- e re- passati a di- e ri-), e, infine, dell'attrazione dell'anti- derivato dal greco. Nonostante l'omofonia dei due prefissi in alcuni derivati, non sembra tuttavia crearsi confusione nella mente dei parlanti: la serie dei derivati con anti- spaziale, e più raramente temporale qual è appunto il caso di antipasto, è molto limitata e indica referenti concreti ben noti.»

Raffaella Setti

22 ottobre 2010


Agenda eventi


Avvisi

Certificazione verde COVID-19 e accesso all'Accademia della Crusca

Avviso da Crusca

Per accedere all'Accademia della Crusca, dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021 (o comunque fino al perdurare dello stato di emergenza), è fatto obbligo di possedere e di esibire, su richiesta, la certificazione verde COVID-19.

La lingua di Dante non può parlare di scienza. Il MUR esclude l'italiano nel bando per i fondi FIS

Avviso da Crusca

Il nuovo Tema di Claudio Marazzini. Partecipa alla discussione

Servizi in emergenza Covid-19 - Aggiornamenti del 4 agosto 2021

Avviso dalla biblioteca

Il Presidente dell’Accademia della Crusca, in ottemperanza alla vigente normativa per il contrasto e il contenimento della pandemia da Covid-19, impartisce le seguenti indicazioni:

La Biblioteca dell’Accademia della Crusca è aperta al pubblico con gli orari consueti.
Si elencano di seguito le modalità di accesso alla sala di consultazione e alle collezioni della Biblioteca, in vigore fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19. Leggi tutto

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Scomparso l'accademico Maurizio VItale

22 ott 2021

EFNIL: rinnovamento del comitato esecutivo

12 ott 2021

Il Dante della Crusca in prestito alle Scuderie di Quirinale

27 set 2021

Mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

23 mar 2021

La parola fresca di giornata. 365 giorni con Dante

01 gen 2021

"Dentro la Crusca, dentro l'italiano": le iniziative nate dalla collaborazione 2020/2021 tra l'Accademia e UniCoop Firenze

01 gen 2021

L'Accademia della Crusca e le celebrazioni del 2021, anno dantesco

02 gen 2021

Vai alla sezione