L’ausiliare di convenire: essere o avere? Questo è il problema!

Alcuni lettori si interrogano su quale sia l’ausiliare del verbo convenire.

Risposta

L’incertezza sull’ausiliare di convenire non riguarda i costrutti transitivi del verbo nel significato di ‘stabilire di comune accordo’ (“abbiamo convenuto un prezzo”), e in quello, specialistico, di ‘citare qualcuno in giudizio’ (“l’avvocato ha convenuto in giudizio il socio”), in cui l’ausiliare è ovviamente avere; né riguarda i suoi usi pronominali, con i valori di ‘accordarsi’ o di ‘essere adeguato’, in cui l’ausiliare è altrettanto ovviamente essere (“tra le parti si è convenuto di stipulare il seguente accordo”; Dante, Pd. XXXIII: “Veder voleva come si convenne / l’imago al cerchio”), ma c’è (ed è comune) con i costrutti intransitivi. Qui, infatti, a seconda dei significati, l’ausiliare dei tempi composti è ora essere ora avere.

Nel senso, detto di più persone, di ‘confluire in uno stesso luogo’ e, con soggetto (prevalentemente) non animato o frase soggettiva, in quello di ‘essere opportuno, vantaggioso, utile, appropriato, giusto ecc.’ (Pd. XXVI: “I s’appellava in terra il sommo bene / onde vien la letizia che mi fascia; / e El si chiamò poi: e ciò convene”) vuole essere (riprendo esempi anche dalle domande dei lettori):

Siamo convenuti qui per ricordare un amico
I rappresentanti dei vari Paesi sono convenuti ieri a Parigi
Il prezzo mi è convenuto
ci è convenuto tacere e andarcene
non mi sarebbe convenuto essere associato a lui

Invece, nel significato di ‘concordare su qualcosa’ (detto di due o più persone) o ‘di concordare con qualcuno su qualcosa’, vuole avere (scriveva il dizionario ottocentesco Tommaseo-Bellini alla voce: “Coll’avere denota più determinatamente il patto fatto, che coll’essere”):

abbiamo convenuto tra di noi di soprassedere
i presenti hanno convenuto sull’opportunità di rinviare la partita / di rinviare la partita / che è opportuno rinviare la partita
io ho convenuto con lui sull’urgenza della decisione / di decidere rapidamente

Queste variazioni spiegano l’incertezza dei lettori. Per di più, il transitivo attivo (“i presenti hanno convenuto un prezzo”, lo hanno concordato), se volto al passivo (come spesso accade), vuole ovviamente essere (“dai presenti è convenuto il seguente prezzo”, viene concordato), con una morfologia e un significato che favoriscono lo slittamento di senso (da ‘concordare’ a ‘essere vantaggioso, opportuno’) e di costruzione all’intransitivo (“ai presenti non è convenuto il prezzo”, non gli è andato bene). Una serie di incroci che spiegano l’incertezza e debbono indurre, negli usi formali, a una particolare sorveglianza.

Se ci si chiede, infine, perché due ausiliari diversi per uno stesso costrutto, si può ricorrere alle risposte di Bruno Moretti e di Raffaella Setti (a proposito dell’ausiliare di migliorare e di appartenere) sulla “Crusca per voi” n. 61 (2020, II) e pensare al ruolo diverso del soggetto nei due usi intransitivi di convenire: meno attivo, nei casi in cui, con i significati più etimologicamente vicini al venire che sta dentro il verbo,  di ‘radunarsi in un luogo’ e soprattutto in quello di ‘essere vantaggioso, opportuno ecc.’, è richiesto essere (“gli è convenuto patteggiare”), e più operativo nei casi (col senso traslato di ‘concordare’) in cui è previsto avere: “Giorgio ha concordato con Anna un prezzo”.

Vittorio Coletti

9 novembre 2021


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Chiusura estiva della biblioteca

Avviso da Crusca

A causa della chiusura estiva dell'Accademia della Crusca, la biblioteca resterà chiusa dall'8 al 19 agosto compresi.

Chiusura estiva dell'archivio

Avviso dall'archivio

A causa della chiusura estiva dell'Accademia della Crusca, l'Archivio resterà chiuso dall'8 al 19 agosto compresi.

Chiusura estiva dell'Accademia

Avviso da Crusca

L'Accademia della Crusca resterà chiusa dall'8 al 19 agosto compresi. Gli uffici riapriranno regolarmente il lunedì 22.

Accesso alla Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Avvisiamo gli studiosi che dal 1° maggio 2022 per accedere alla Biblioteca non è più necessario esibire la certificazione verde (green pass) né indossare una mascherina, che rimane però fortemente raccomandata nei locali aperti al pubblico o in caso di assembramento.

Norme di accesso alla sede dell'Accademia

Avviso da Crusca

Avvisiamo che dal 1° maggio, a norma del D.L. 24 marzo 2022 n. 24 e dell'Ordinanza del Ministero della Salute del 28 aprile 2022, per accedere ai locali dell'Accademia, all'Archivio e alla Biblioteca non è più necessario esibire la certificazione verde (green pass) né indossare una mascherina, che rimane fortemente raccomandata nei locali aperti al pubblico o in caso di assembramento.

Accesso all'Archivio

Avviso dall'archivio

Avvisiamo gli studiosi che dal 1° aprile 2022, con l’entrata in vigore del Decreto Legge 24/22 (cosiddetto Decreto Riaperture), per accedere all'Archivio dell'Accademia non sarà più necessaria la certificazione verde (green pass), né base né rafforzata. È obbligatorio invece indossare una mascherina chirurgica.

Accesso alla Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Avvisiamo gli studiosi che dal 1° aprile 2022, con l’entrata in vigore del Decreto Legge 24/22 (cosiddetto Decreto Riaperture), per accedere alla Biblioteca non sarà più necessaria la certificazione verde (green pass), né base né rafforzata. È obbligatorio invece indossare una mascherina chirurgica.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Scomparso l'accademico Luca Serianni

21 lug 2022

MUNDI. il Museo Nazionale Dell'Italiano in anteprima

05 lug 2022

Nominati 19 nuovi accademici

29 apr 2022

Gli accademici contro la guerra

04 mar 2022

Le parole di Dante fresche di giornata in onda su Radio 1

27 dic 2021

Federica Mauro, autrice di Dante e le stelle, è insignita dell'onorificenza di Alfiere della Repubblica

28 nov 2021

Il presidente dell'Accademia sull'uso di booster

07 nov 2021

L'Accademica Paola Manni presenta la sua pala

28 ott 2021

Vai alla sezione