Se non vado errato...

Alcuni ci hanno chiesto delucidazioni sul modo di dire "se non vado errato". Riportiamo una risposta di Giovanni Nencioni, pubblicata sulla Crusca per voi (n° 7, ottobre 1993), dedicata proprio ad alcuni modi di dire che si usano frequentemente.

Risposta

Se non vado errato...

«Ci sono modi di dire come "tenere uno sulla corda", "rispondere a volta di corriere", "aver voce in capitolo", "essere male in arnese", "essere un luogo comune", "fare il punto" ecc. che, sebbene molto appropriatamente usati, non si spiegano senza risalire a costumi, oggetti o concetti di altri tempi; e ce ne sono altri che tramandano usi antiquati della lingua, come la locuzione "vista la mala parata", dove parata conserva eccezionalmente il significato di 'situazione', quindi "vista la situazione spiacevole, la piega negativa presa dagli avvenimenti", oppure [...] "se non vado errato", che risale al costrutto antico errare da 'allontanarsi da', usato spesso in senso morale: "errare dalla fede, dal vero" (per es. in Leopardi: "O forse erra dal vero, Mirando all'altrui sorte, il mio pensiero"), e anche andare errato da o nel ("andare errato dalla religione, nel giudizio"). Perciò usare locuzioni linguisticamente più o meno fossilizzate come "vista la mala parata", "se non vado errato", "stare all'erta", cioè in guardia, non è scorretto, ma conferisce al discorso comune un tocco di ricercatezza o di gergalità, insomma un "vezzo", che può essere fatto di pura ripetizione mnemonica, cioè d'inerzia linguistica, ma anche di modulazione scherzosa o ironica.

Chi ha dubbi come questo può risolverli anche da sé consultando i grandi dizionari di cui disponiamo (il Tommaseo-Bellini e il "Battaglia", ricchi di esempi di autore) e anche quelli di taglia minore, detti scolastici o familiari, che sono spesso informati dell'uso sia antico che moderno.»

14 luglio 2003


Agenda eventi


Avvisi

Chiusura straordinaria dell'Accademia

Avviso da Crusca

Avvisiamo che la sede dell'Accademia resterà chiusa nei giorni del 7, del 24 e del 31 dicembre.


Biblioteca e Archivio dell'Accademia della Crusca - Servizi in emergenza COVID-19

Avviso dalla biblioteca

In ottemperanza al DPCM del 3 novembre 2020, l’Archivio e la Biblioteca dell’Accademia della Crusca sono chiuse al pubblico fino a giovedì 3 dicembre 2020.
Continuano ad essere attivi, sia per l’Archivio che per la Biblioteca, tutti i servizi da remoto. Maggiori informazioni sono disponibili in allegato.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Dante e la Crusca: Claudio Marazzini interviene alla settimana di studi Dante. Storie, immagini, paesaggi

02 nov 2020

"L'invenzione del giardino": al TGR Bell'Italia un servizio dedicato al giardino della Villa di Castello di Firenze

02 nov 2020

Trent'anni di "Crusca per voi"

07 ott 2020

L'Accademia della Crusca e le celebrazioni del 2021, anno dantesco

05 ott 2020

Il museo della lingua italiana a Firenze: un progetto che si realizza

11 ago 2020

Le celebrazioni del centenario della nascita di Gianfranco Folena

14 apr 2020

Vai alla sezione