Sprepariamo? Meglio sparecchiare...

Dal nord (Paolo V., da Brescia, Elena V. dalla provincia di Venezia, Maria T. da quella di Pordenone) e dal centro della penisola (Licia C. dalla provincia di Siena e Pasquale M. da Pescara) ci sottopongono l'uso del verbo spreparare in luogo di sparecchiare (la tavola): quale delle due può considerarsi la forma "più corretta"? Spreparare è forse una voce "arcaica" o rara? O si tratta di un regionalismo?

Risposta

 

Sprepariamo? Meglio sparecchiare...

 

Spreparare, sprepararsi (con s- privativo, negativo), nel senso di 'aprirsi l’abito', 'sbottonarsi', è un regionalismo toscano attestato in questo significato in qualche vocabolario dell’Ottocento (ad esempio il Fanfani). Nel senso di essere impreparato si trova già in testi del Sei- Settecento, ma non ha avuto fortuna. Oggi ha ripreso quota nell’italiano settentrionale nel senso di sparecchiare (lo usa anche Baricco nel recentissimo La sposa giovane). Sarebbe meglio lasciarlo nel dimenticatoio, perché ci sono sinonimi come essere impreparato, sparecchiare, sbottonarsi più mirati ed efficaci. Quando ci sono equivalenti così funzionali, perché ricorrere a recuperi inutili? Una parola destinata a molti significati funziona spesso peggio di una orientata a uno solo. Se usiamo la stessa parola per dire sbottonarsi, sparecchiare e essere impreparato risparmiamo in parole ma perdiamo in proprietà.

 

Vittorio Coletti

 

Piazza delle lingue: La variazione linguistica

12 aprile 2016


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Accesso alla Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Avvisiamo gli studiosi che dal 1° maggio 2022 per accedere alla Biblioteca non è più necessario esibire la certificazione verde (green pass) né indossare una mascherina, che rimane però fortemente raccomandata nei locali aperti al pubblico o in caso di assembramento.

Norme di accesso alla sede dell'Accademia

Avviso da Crusca

Avvisiamo che dal 1° maggio, a norma del D.L. 24 marzo 2022 n. 24 e dell'Ordinanza del Ministero della Salute del 28 aprile 2022, per accedere ai locali dell'Accademia, all'Archivio e alla Biblioteca non è più necessario esibire la certificazione verde (green pass) né indossare una mascherina, che rimane fortemente raccomandata nei locali aperti al pubblico o in caso di assembramento.

Accesso all'Archivio

Avviso dall'archivio

Avvisiamo gli studiosi che dal 1° aprile 2022, con l’entrata in vigore del Decreto Legge 24/22 (cosiddetto Decreto Riaperture), per accedere all'Archivio dell'Accademia non sarà più necessaria la certificazione verde (green pass), né base né rafforzata. È obbligatorio invece indossare una mascherina chirurgica.

Accesso alla Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Avvisiamo gli studiosi che dal 1° aprile 2022, con l’entrata in vigore del Decreto Legge 24/22 (cosiddetto Decreto Riaperture), per accedere alla Biblioteca non sarà più necessaria la certificazione verde (green pass), né base né rafforzata. È obbligatorio invece indossare una mascherina chirurgica.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Gli accademici contro la guerra

04 mar 2022

Le parole di Dante fresche di giornata in onda su Radio 1

27 dic 2021

Federica Mauro, autrice di Dante e le stelle, è insignita dell'onorificenza di Alfiere della Repubblica

28 nov 2021

Il presidente dell'Accademia sull'uso di booster

07 nov 2021

L'Accademica Paola Manni presenta la sua pala

28 ott 2021

Scomparso l'accademico Maurizio Vitale

22 ott 2021

EFNIL: rinnovamento del comitato esecutivo

12 ott 2021

Il Dante della Crusca in prestito alle Scuderie di Quirinale

27 set 2021

Vai alla sezione