Sulla pronuncia del nesso gl

Alcuni lettori ci hanno chiesto chiarimenti sulla pronuncia del nesso gl. Riportiamo la domanda del sig. Luigi Galassi e la risposta data da Luca Serianni, apparsa ne La Crusca per Voi (n° 18, aprile 1999, p.10).

Risposta

Sulla pronuncia del nesso gl

Per quale ragione g si pronuncia dura nel nome Egle e dolce nel pronome egli?

La combinazione gl davanti a i in posizione intervocalica indica una laterale palatale, dando vita ad un digramma (figli: due lettere per un unico suono; poche eccezioni, come negligente, ipoglicemia, sigli, voce del verbo siglare) o a un trigramma (figlio, figlia, figlie, tagliuzzare: tre lettere, per un unico suono; eccezione: nevroglia). Davanti ad altre vocali in qualsiasi posizione non è che la combinazione di due distinte consonanti, una velare sonora e una laterale: oltre al nome classicheggiante Egle, avremmo dunque gleba, glenoide, inglese, negletto; gloria, troglodita; glabro, Aglaia; glucosio, deglutire, ecc.

24 gennaio 2003


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

La chiusura del Tema di Paolo D'Achille e Rita Librandi

Avviso da Crusca

Il commento di chiusura al Tema Domande e risposte ai concorsi per l’insegnamento: facciamo più attenzione è disponibile nella sezione "Il Tema".

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Sao ko kelle terre. Piccola storia della lingua italiana: al MUNDI uno spettacolo dedicato alla lingua italiana

23 set 2022

Giusto, sbagliato, dipende: in uscita un nuovo volume sulla Consulenza linguistica dell'Accademia

05 set 2022

L'accademico Rosario Coluccia alla trasmissione Agorà

17 ago 2022

Scomparso l'accademico Luca Serianni

21 lug 2022

MUNDI. il Museo Nazionale Dell'Italiano in anteprima

05 lug 2022

Nominati 19 nuovi accademici

29 apr 2022

Gli accademici contro la guerra

04 mar 2022

Le parole di Dante fresche di giornata in onda su Radio 1

27 dic 2021

Vai alla sezione