Sulla pronuncia di mass media e summit

Paola Teresa Chessa, Ilaria Ciattini, Linda Ginetta, Sandra Marzano, Raffaella Pavanello, Giancarlo D'Ario, Giorgio Fagioli, Rodolfo Garofalo e Carlo Tura chiedono di conoscere la pronuncia corretta di mass media e summit.

Risposta

Sulla pronuncia di mass media e summit

I dubbi legati alla pronuncia dei due termini citati derivano dal fatto che in essi è riconoscibile "materiale linguistico" latino. Sarà meglio quindi pronunciare [mass mèdia] e [summit], "alla latina", o [mes midia] e [sàmit], "all'inglese"?

Andando a consultare alcuni dizionari sincronici dell'italiano come, per esempio, il GRADIT, Grande Dizionario Italiano dell'Uso di Tullio de Mauro e il Sabatini Coletti 2004, nonché un dizionario storico come il GDLI, Grande Dizionario della Lingua Italiana del Battaglia, si verifica che entrambi i termini arrivano in italiano dall'inglese, pur derivando entrambi dal latino. In italiano, come si trova scritto nel GRADIT, mass media è un'espressione invariabile che indica «il complesso degli organi di stampa e dei mezzi audiovisivi d'informazione (radio, televisione, ecc.) che permettono la rapida diffusione di messaggi e notizie a un vasto pubblico». Per quel che riguarda la sua origine, il Sabatini Coletti scrive: «locuzione inglese, "mezzi (di comunicazione) di massa", composto di mass "massa" e latino media, plurale di medium "mezzo"». L'espressione è datata 1967 in italiano, 1923 in inglese. Il DELI, Dizionario Etimologico della Lingua Italiana di Cortelazzo-Zolli, aggiunge che il latinismo media è documentato in inglese fin dal 1605, mentre mass, altro termine di origine latina (da massa, -ae 'massa'),  dal 1713.

Interrogando l'Oxford English Dictionary (consultabile sia online, a pagamento, presso http://www.oed.com, che nelle sue varie edizioni cartacee e su CD-ROM, in costante aggiornamento), si scopre che a lemma viene registrata l'espressione al singolare, mass medium - che in italiano non è in uso, almeno in questa accezione - anche se, subito a seguire, viene specificato che normalmente viene impiegata la forma plurale mass media, e che, anzi, «the pl. form mass media is sometimes erroneously constructed as a sing.» cioè che «la forma plurale mass media viene talvolta erroneamente impiegata come un singolare».

Summit, invece, che sta per «riunione dei capi di Stato o dei più alti esponenti politici di due o più Paesi per discutere problemi di carattere internazionale; incontro al vertice. Per estensione: incontro fra i massimi dirigenti di organismi finanziari, industrie, ecc.» (GDLI), è datato in italiano 1967 e deriva ancora una volta dall'inglese, lingua in cui significa propriamente "sommità", come documentano sia il GRADIT che il GDLI e il Sabatini Coletti.

Il dizionario inglese Merriam-Webster, nella sua versione online, consultabile gratuitamente all'indirizzo http://www.m-w.com/, fornisce maggiori informazioni circa l'origine del termine in inglese: «Middle English somete, from Middle French, from Old French, diminutive of sum 'top', from Latin summum, neuter of summus 'highest'», cioè «Medio Inglese somete, dal Medio Francese, dall'Antico Francese, diminutivo di sum 'cima', dal Latino summum, neutro di summus 'il più alto'». Di nuovo, quindi, si tratta di un termine che arriva in inglese dal latino, seppur per una strada più lunga, attraverso la mediazione del francese.

Per quel che riguarda la pronuncia dei due termini, il Sabatini Coletti indica solo quelle "all'inglese"; il GRADIT, dichiaratamente più vicino alla lingua dell'uso, indica entrambe le pronunce, addirittura premettendo, in entrambi i casi, quella "alla latina" (e indicandola così come la pronuncia più diffusa), il GDLI indica invece la pronuncia [sàmmit] per summit e non specifica niente per mass media, dando così per scontata una pronuncia aderente alla forma scritta.

Gli strumenti linguistici disponibili per ogni tipo di incertezze sono molti. Nel caso di dubbi di grafia o di pronuncia, come in questo caso, lo strumento "principe" è il DOP, Dizionario di Ortografia e di Pronunzia di Migliorini-Tagliavini-Fiorelli. Le indicazioni che dà per questi casi sono [mes midia] e [sàmit], privilegiando dunque le pronunce "all'inglese".

Quale pronuncia è, dunque, la più corretta? I termini arrivano in italiano, sì, dal latino, ma attraverso la mediazione di altre lingue. La pronuncia "all'inglese" è quindi più aderente alla lingua dalla quale i termini, con questi particolari significati, provengono in italiano (consideriamo infatti che, come derivazione diretta dal latino, in italiano abbiamo i termini mezzo-mezzi [da medium] e sommo, sommità [da summus, -a, -um]); d'altro canto, la matrice latina di entrambe le espressioni è innegabile. Nessuna delle due pronunce, quindi, è definibile errata: del resto, se la pronuncia "alla latina" è già registrata nel GRADIT (che, come si è già accennato in precedenza, è un dizionario non normativo ma descrittivo, e mira quindi a documentare, nella maniera più aggiornata possibile, la lingua dell'uso reale), vuol dire che essa è stabilmente usata da un gran numero di parlanti.

In conclusione, l'importante, forse, è essere coerenti: utilizzare o un tipo o l'altro di pronuncia per entrambi i termini, o anche scegliere quella più adatta al contesto (o a chi ci si rivolge), rimanendo sempre consapevoli della storia che tali termini hanno avuto.

Per approfondimenti:

  • Battaglia S. (a cura di), Grande Dizionario della Lingua Italiana (GDLI), Torino, UTET, 1961-2002.
  • Cortelazzo M., Zolli P., Dizionario Etimologico della Lingua Italiana (DELI), Bologna, Zanichelli, 1999.
  • De Mauro T. (a cura di), Grande Dizionario Italiano dell'Uso (GRADIT), Torino, UTET, 1999-2000.
  • Merriam-Webster OnLine, http://www.m-w.com/
  • Migliorini B., Tagliavini C., Fiorelli P., Dizionario di Ortografia e di Pronunzia (DOP), ERI-Rai, Roma, 1999.
  • Oxford English Dictionary Online, http://www.oed.com
  • Sabatini F., Coletti V., Il Sabatini Coletti 2004. Dizionario della lingua italiana, Milano, Rizzoli Larousse, 2003.

A cura di Vera Gheno
Redazione Consulenza Linguistica
Accademia della Crusca

Piazza delle lingue: Media

20 gennaio 2005


Agenda eventi


Avvisi

Esame di Stato. Mai più senza prove scritte

Avviso da CruscaIl nuovo Tema di Paolo D'Achille è in rete. Partecipa alla discussione

Servizi in emergenza Covid-19 - Aggiornamenti del 4 agosto 2021

Avviso dalla biblioteca

Il Presidente dell’Accademia della Crusca, in ottemperanza alla vigente normativa per il contrasto e il contenimento della pandemia da Covid-19, impartisce le seguenti indicazioni:

La Biblioteca dell’Accademia della Crusca è aperta al pubblico con gli orari consueti.
Si elencano di seguito le modalità di accesso alla sala di consultazione e alle collezioni della Biblioteca, in vigore fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19. Leggi tutto

Certificazione verde Covid-19

Avviso da Crusca

Avvisiamo che dal 6 agosto 2021, come stabilito dal Decreto Legge del 23 luglio 2021 n. 105, articolo 3 comma 3 lettera c, l’accesso alla biblioteca e all’archivio, e la partecipazione a convegni, seminari, visite guidate e qualsiasi altra manifestazione, è consentito esclusivamente a soggetti muniti di certificazione verde Covid-19 (Green Pass), fatto salve le esclusioni e le esenzioni previste dallo stesso Decreto.

Il personale dell’Accademia è incaricato, all’ingresso, di accertare il possesso dei requisiti richiesti.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Crusca e Stensen per la rassegna Come parla e com'è scritto il cinema italiano. Le varietà della lingua tra dialetti, narrativa e film

02 lug 2021

Una visita speciale all'Accademia e alla mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

30 giu 2021

Il Purgatorio. La notte lava la mente: uno spettacolo di Mario Luzi patrocinato dall'Accademia

28 giu 2021

Una mostra virtuale su Dante e la Crusca alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana

26 mar 2021

Mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

23 mar 2021

La parola fresca di giornata. 365 giorni con Dante

01 gen 2021

"Dentro la Crusca, dentro l'italiano": le iniziative nate dalla collaborazione 2020/2021 tra l'Accademia e UniCoop Firenze

01 gen 2021

L'Accademia della Crusca e le celebrazioni del 2021, anno dantesco

02 gen 2021

Vai alla sezione