Sulla traducibilità di alcuni termini anglosassoni relativi all'automobilismo

Dopo le richieste giunte in Redazione, riproponiamo qui una risposta data da Stefano Telve sul nostro periodico La Crusca per Voi (n° 25, p. 17) sulla traducibilità di alcuni termini anglosassoni relativi all'automobilismo.

Risposta

Sulla traducibilità di alcuni termini anglosassoni
relativi all'automobilismo

«Il sig. Mario Vicentini, giornalista sportivo della "Gazzetta dello Sport", sollecita l'opinione del nostro foglio circa la traducibilità dei termini anglosassoni relativi all'automobilismo, come ad esempio team, paddock, pit-lane, motor-home.

L'affermazione di un termine indigeno sull'equivalente forestiero avviene in modo impredicibile. Nello sport, una delle aree linguistiche maggiormente esposte all'ingresso di forestierismi e in particolare di anglismi, alcuni settori come il ciclismo e il calcio hanno reagito prontamente, surrogando per tempo molte voci straniere (grimpeur ha ceduto a scalatore, penalty a rigore; altre tuttavia resistono ancora: ad esempio pavé e finisseur nel ciclismo e pressing e tackle nel calcio).

Nell'automobilismo - uno dei settori più fortemente esposti all'influsso inglese - il repertorio lessicale è costituito quasi totalmente da voci straniere e solo pochi termini appaiono sostituibili con corrispettive espressioni italiane: pit-stop è reso bene, nell'uso dei cronisti, da 'sosta ai box' (meno agevole trovare un sostituto di box, voce ben radicata in italiano indipendentemente dalle accezioni specialistiche); team può essere, almeno in molti casi, rimpiazzato da squadra.

Se in questi due casi sono praticabili soluzioni alternative, più oneroso è rendere in italiano espressioni come motor-home, pit-lane e paddock, indicate dal nostro lettore. Di là dai tentativi di traduzione (che devono comunque essere ispirati al rispetto di una doppia esigenza: aderenza semantica all'originale e compatibilità con le strutture morfolessicali della lingua d'arrivo), l'ostacolo maggiore non è solo nell'accettabilità della soluzione ma anche, preliminarmente, nell'opportunità della traduzione, dato che in contesti specialistici, quali sono a tutti gli effetti quelli sportivi, voci come quelle citate si trovano ad avere la funzione di un tecnicismo, che per sua natura recalcitra a tentativi di traduzione.»

22 aprile 2005


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

La chiusura del Tema di Paolo D'Achille e Rita Librandi

Avviso da Crusca

Il commento di chiusura al Tema Domande e risposte ai concorsi per l’insegnamento: facciamo più attenzione è disponibile nella sezione "Il Tema".

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Sao ko kelle terre. Piccola storia della lingua italiana: al MUNDI uno spettacolo dedicato alla lingua italiana

23 set 2022

Giusto, sbagliato, dipende: in uscita un nuovo volume sulla Consulenza linguistica dell'Accademia

05 set 2022

L'accademico Rosario Coluccia alla trasmissione Agorà

17 ago 2022

Scomparso l'accademico Luca Serianni

21 lug 2022

MUNDI. il Museo Nazionale Dell'Italiano in anteprima

05 lug 2022

Nominati 19 nuovi accademici

29 apr 2022

Gli accademici contro la guerra

04 mar 2022

Le parole di Dante fresche di giornata in onda su Radio 1

27 dic 2021

Vai alla sezione