Sull'uso di davanti in luogo di davanti a

Molti utenti domandano alla nostra redazione un parere in merito all'uso ricorrente sui giornali della preposizione impropria davanti non seguita da a, in frasi del tipo davanti la Provincia invece di davanti alla Provincia.

Risposta

Sull'uso di davanti in luogo di davanti a

La preposizione impropria davanti (dal lat. tardo 'da' e abănte 'avanti', composto a sua volta di ăb 'da' e ănte 'prima') esprime essenzialmente un valore 'locativo' (come accanto, dietro, sotto, dinanzi ecc.) e in genere regge di preferenza la preposizione propria a, formando con essa la locuzione preposizionale davanti a. Quest'ultima è ad esempio così definita nel Sabatini Coletti 2008: "nello spazio antistante, di fronte a qlcu. o a qlco.: ci sono molte persone d. a me; ho piantato tre tigli d. alla casa; d. al pubblico mi emoziono; con anticipazione del compl. in forma di pron. e assorbimento della a nelle forme atone: la persona a cui mi ero messo d. protestò; gli ero d. ma non mi riconobbe; ormai ci sei d.". Nel Grande dizionario italiano dell'uso leggiamo poi la seguente definizione: "1 di fronte a: guardare d. a sé 2 alla presenza di: difendersi d. ai testimoni" (GRADIT); oltre a note locuzioni verbali, quali avere davanti agli occhi ("avere presente, ricordare chiaramente"), oppure mettere il carro davanti ai buoi ("voler precorrere i tempi; agire in modo prematuro").

Nella lingua letteraria, in luogo della locuzione prepositiva è possibile trovare anche la sola preposizione impropria. Dall'archivio elettronico di LIZ 2001 si possono ricavare diversi esempi ottocenteschi, tra cui segnaliamo:

"quando avrebbe voluto star sola, ad udir quel passo, a guardar quell'ombra che passeggiava là davanti la cancellata del molo" (G. Verga, Il marito di Elena, Cap. 8.39);

"Mamma, figliuoli e amici s'incontrarono di nuovo davanti la chiesa in mezzo al gran bisbiglio della gente che usciva" (E. De Marchi, Demetrio Pianelli, Parte 3,3.76);

"Era tanto oppresso d'angoscia e in preda a un'agitazione così soffocante, che dovette fermarsi per un momento davanti la soglia" (L. Pirandello, I vecchi e i giovani, Parte 1,4.68).

 

 

Tuttavia, per quanto concerne l'uso non letterario e contemporaneo della lingua italiana, è possibile concludere che la locuzione preposizionale davanti al è senz'altro preferibile a davanti il, e dunque l'espressione più corretta sarà davanti a qualcuno o a qualcosa, davanti alla Provincia e così via.

 

Per approfondimenti:

  • GRADIT = Tullio De Mauro, Grande dizionario italiano dell'uso, Torino, UTET, 1999, 6 voll., con l'aggiunta del vol. VII, Nuove parole italiane dell'uso, 2003 (con CD-ROM).
  • LIZ 2001 = Letteratura Italiana Zanichelli, CD-ROM dei testi della letteratura italiana, a cura di P. Stoppelli, E. Picchi, Sistema di interrogazione DBT in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche, Bologna, Zanichelli, 2001.
  • Sabatini Coletti 2008. Dizionario della lingua italiana, diretto da F. Sabatini, V. Coletti, Firenze, Sansoni, 2007 (con allegato CD-ROM).


A cura di Manuela Cainelli
Redazione Consulenza Linguistica
Accademia della Crusca

26 settembre 2008


Agenda eventi


Avvisi

Certificazione verde COVID-19 e accesso all'Accademia della Crusca

Avviso da Crusca

Per accedere all'Accademia della Crusca, dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021 (o comunque fino al perdurare dello stato di emergenza), è fatto obbligo di possedere e di esibire, su richiesta, la certificazione verde COVID-19.

La lingua di Dante non può parlare di scienza. Il MUR esclude l'italiano nel bando per i fondi FIS

Avviso da Crusca

Il nuovo Tema di Claudio Marazzini. Partecipa alla discussione

Servizi in emergenza Covid-19 - Aggiornamenti del 4 agosto 2021

Avviso dalla biblioteca

Il Presidente dell’Accademia della Crusca, in ottemperanza alla vigente normativa per il contrasto e il contenimento della pandemia da Covid-19, impartisce le seguenti indicazioni:

La Biblioteca dell’Accademia della Crusca è aperta al pubblico con gli orari consueti.
Si elencano di seguito le modalità di accesso alla sala di consultazione e alle collezioni della Biblioteca, in vigore fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19. Leggi tutto

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

EFNIL: rinnovamento del comitato esecutivo

12 ott 2021

Il Dante della Crusca in prestito alle Scuderie di Quirinale

27 set 2021

Mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

23 mar 2021

La parola fresca di giornata. 365 giorni con Dante

01 gen 2021

"Dentro la Crusca, dentro l'italiano": le iniziative nate dalla collaborazione 2020/2021 tra l'Accademia e UniCoop Firenze

01 gen 2021

L'Accademia della Crusca e le celebrazioni del 2021, anno dantesco

02 gen 2021

Vai alla sezione