Vogliamo rispondervi o vi vogliamo rispondere?

Ai molti lettori che si rivolgono a noi per sciogliere i dubbi su quale sia da ritenere la posizione corretta del pronome personale atono proponiamo la risposta di Luca Serianni, apparsa sul n. 17 (ottobre 1998) della Crusca per voi, alla domanda: "qual è la forma corretta, volersi fare interprete o voler farsi interprete?"

Risposta

 

Vogliamo rispondervi o vi vogliamo rispondere?

 

La collocazione del clitico o pronome personale atono nelle combinazioni verbali è stata oggetto di numerosi studi negli ultimi anni. In particolare, si è tentato di stabilire il cosiddetto meccanismo della "risalita", ossia la possibilità di un clitico di affiggersi all'ultimo verbo della catena verbale (nel nostro esempio il verbo fare: farsi) ma anche di "risalire"  più indietro (qui: volere: volersi), fino al terzultimo verbo di una serie (come in Ce la puoi venire a portare, accanto a Puoi venircela a portare e a Puoi venire a portarcela). Tutte queste combinazioni devono considerasi accettabili, anche se possono non risultare ugualmente familiari nell'uso delle varie regioni italiane.

Andrea Calabrese (nella Grande grammatica italiana di consultazione, a cura di L. Renzi, Bologna, Il Mulino, 1988, vol. I, p. 572) indica in tre le categorie di verbi che, reggendo una frase subordinata all'infinito con pronome enclitico, possono richiamare il pronome come proclitico. Si tratta di:

1. Verbi modali, come volere, dovere, potere, sapere (voglio comprarlo - lo voglio comprare);

2. Verbi aspettuali (ossia quei verbi che indicano una particolare prospettiva dell'atto verbale, in relazione alla durata, alla momentaneità, all'incompiutezza ecc.) come cominciare, finire, continuare (comincio a leggerlo - lo comincio a leggere);

3. verbi di moto, come andare, venire, tornare (vado a trovarlo - lo vado a trovare).

Con altri verbi reggenti la "risalita" del clitico è incerta o francamente inaccettabile.

 

Luca Serianni

 

7 febbraio 2017


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Nuovo regolamento per gli utenti della Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Dal 3 gennaio 2023, per gli studiosi che accedono alla Biblioteca è in vigore un nuovo regolamento.

Ordine di servizio

Avviso da Crusca

In ottemperanza alla normativa vigente, si raccomanda a tutti coloro che frequentano, a vario titolo, la Villa medicea di Castello, l’osservanza delle seguenti regole da adottare per il contenimento dei consumi energetici:
- all’interno della Villa l’esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale è consentito per 11 ore giornaliere dall’8 novembre al 7 aprile (art. 1 comma 2 del Decreto del Ministro della Transizione ecologica del 6 ottobre 2022);
- la media ponderata delle temperature dell'aria, misurate nei singoli ambienti di ciascun locale della Villa per la climatizzazione invernale non deve essere superiore a 19 gradi centigradi, più 2 gradi centigradi di tolleranza (art. 19-quater del Decreto legge n. 17 del 1° marzo 2022);
- l’apertura delle finestre per il ricambio dell’aria deve essere limitata allo stretto necessario;
- regolare la luminosità della luce artificiale a seconda della luminosità esterna;
- spegnere le luci, il monitor del PC e il fancoil quando ci si allontana dalla propria postazione di lavoro e al termine del proprio orario di lavoro;
- non stampare mail o altri documenti, se non strettamente necessario.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Scomparsa l'accademica Bice Mortara Garavelli

26 gen 2023

Antichi maestri: un allestimento teatrale appositamente pensato per la Crusca

11 nov 2022

Scomparso lo storico della lingua Andrea Dardi

02 nov 2022

Due spettacoli teatrali alla villa medicea di Castello

26 ott 2022

Scomparso l'accademico Luciano Agostiniani

20 ott 2022

L’italiano e i giovani. Come scusa? Non ti followo: il libro edito dall'Accademia in occasione della Ventiduesima Settimana della lingua italiana nel mondo

15 ott 2022

Tre visite guidate riservate ai soci UniCoop Firenze e Amici dell'Accademia della Crusca

10 ott 2022

Sao ko kelle terre. Piccola storia della lingua italiana: al MUNDI uno spettacolo dedicato alla lingua italiana

23 set 2022

Vai alla sezione