IC5: intercomunicabilità fra le lingue romanze

Il progetto è stato ideato, nel 1992, dal socio corrispondente straniero Jørgen Schmitt Jensen e coordinato, per la parte italiana, dal prof. Carlo Alberto Mastrelli.

 

L'idea iniziale del progetto IC4 è quella di formare un'équipe per elaborare una serie di grammatiche contrastive di quattro lingue romanze: il francese, l’italiano, il portoghese e lo spagnolo, dal 1998 è "cresciuta" con l'aggiunta della quinta lingua romanza, il rumeno; il progetto ha perciò preso il nome di IC5.

 

Il lettore ideale di ciascuno dei quattro volumi previsti, scritti rispettivamente in francese, italiano, portoghese e spagnolo è una persona che possiede già una sicura competenza di una di queste lingue (come madrelingua oppure come lingua straniera), e che desidera ottenere una competenza in primo luogo passiva, ma solida, delle altre tre o di una o due di esse, tramite uno studio delle più importanti somiglianze e divergenze che intercorrono tra la "sua" lingua e le altre.

 

Piazza delle lingue: L'italiano fuori d'Italia