cuociriso

Ambito d'uso: lingua comune

Categoria grammaticale:

Sost. m. (più raramente femminile) inv.; agg. inv.

Definizione

Piccolo elettrodomestico per la bollitura del riso.

Etimologia

Composto verbo + sostantivo: dal verbo cuocere (cuoci-) e dal sostantivo riso.

Prima attestazione

2007 [1988]
"Io, dopo averlo lavato [il riso] con cura tre o quattro volte, lo metto nella pentola di cottura della cuociriso, a bagno nella quantità giusta d’acqua e lo lascio lì una mezzora prima di cuocerlo. [...] Ecco la mia cuociriso spaziale della Zojirushi". (post sul blog biancorossogiappone.blogspot.com, 6/8/2007)

Periodo di affermazione:

2015 ca.

Presenza sui dizionari

Nessuna

Diffusione al: 2 giugno 2020

Google: 237.000 r.
"Corriere della Sera": 2 r. p.a. 2015
"la Repubblica": 3 r. p.a. 2013
"La Stampa": 2 r. p.a. 2008

Note

La parola cuociriso è un composto invariabile formato dal verbo cuocere (cuoci-) con l’aggiunta del sostantivo che funge da complemento oggetto (riso). Indica un piccolo elettrodomestico dalla forma cilindrica, simile a quella di una friggitrice, composto da un cestello in cui cuocere il riso. Lo strumento nasce nei paesi orientali dove la consumazione del riso è nettamente superiore rispetto ai paesi occidentali. Dall’Oriente, l’elettrodomestico si è diffuso nel mondo e anche in Italia, dove viene chiamato cuociriso già a partire dai primi anni del 2000. Una delle prime attestazioni che associa inequivocabilmente la parola (come sostantivo) al referente in questione risale al 2007 ma è solo intorno al 2015 che la parola comincia a circolare in maniera più significativa, duplicando le sue occorrenze su Internet rispetto agli anni precedenti. Da quell’anno in poi le occorrenze di cuociriso aumentano sempre di più, con una nuova sensibile crescita nel 2019.

Per quanto riguarda il genere grammaticale, nonostante vi sia una netta prevalenza del maschile, il femminile, presente nelle prime attestazioni, continua a circolare. Il primo uso del genere femminile si spiega dall’originaria funzione aggettivale di cuociriso nell’espressione pentola cuociriso (con il genere determinato dal sostantivo pentola). L’aumento della frequenza ha portato alla lessicalizzazione di cuociriso con perdita del vincolo al genere femminile imposto dal nome pentola e la progressiva affermazione del genere maschile, forse sulla scia di altri composti simili presenti nel lessico della cucina, scolapasta, passaverdure, apriscatole, e lo stesso cuociuova. Lo strumento cuociriso in Italia è stato chiamato anche in altri modi: risottiera (con cui si indica però prevalentemente un particolare tipo di pentola), bollitore riso e ricecooker ma il composto cuociriso è largamente prevalente.   

Esempi d'uso

  • Guardavo il sito della Lidl oggi e ho scoperto che stamani è uscito un cuociriso (portata 1,7l acqua più riso) a circa 20 euro e la prossima settimana esce una vaporiera (capacità 3l) a circa 30 euro, così mi sono chiesta, quale andrà meglio per cuocere il riso e cucinare? ok, il cuociriso è “cuociriso” per nome, perciò penso sarà di sicuro migliore, però mi piace molto il concetto della vaporiera di cuocere a varie altezza riso, verdure e quello che vuoi... mi farebbe risparmiare tempo e spazio... ma secondo voi quanto è valida? (commento sul forum pazzeperilbento.forumattivo.com, 14/9/2009)
  • Il cuociriso [...] è un elettrodomestico studiato appositamente per cuocere il riso in modo ottimale, senza doversi preoccupare troppo della pentola che sta bollendo sul fuoco per evitare che ribocchi o che il riso si attacchi sul fondo [...]. Come dice il nome stesso, il cuociriso si adopera principalmente per cuocere il riso, ma contemporaneamente può essere sfruttato anche per la cottura a vapore di altri alimenti [...]. Anche la struttura esterna è protetta dal surriscaldamento, non si corre quindi alcun pericolo di scottarsi anche mentre il cuociriso è in funzione. (S.f., Un buon cuociriso: L’RK2925 della DCG Eltronic è quello che fa per Voi, opinionepersonale.it, 15/3/2013)
  • Ho scaldato poca acqua, ho aggiunto lo zafferano e una noce di burro. Ho messo questo composto nel fondo del cuociriso, ho aggiunto il riso e l’acqua. Ho acceso e il cuociriso ha fatto da solo tutto il resto. (post di Daniela sul blog senzapanna.it, 9/9/2013) 
  • Il cuociriso è un elettrodomestico che cuoce a vapore il riso e altri alimenti, in modo semplice e veloce. [...] Per darvi una mano, abbiamo stilato la classifica dei 10 migliori cuociriso del 2020 e una pratica guida all’acquisto [...]. Negli anni ’60, sempre in Giappone, sono stati messi in commercio i primi cuociriso a gas, mentre nel decennio successivo negli Stati Uniti sono stati inventati i cuociriso a induzione, che sono ancora oggi molto diffusi. (QualeComproTeam, I 10 migliori cuociriso: classifica e offerte, donna.fanpage.it, 2020)
  • Il vapore del cuociriso appanna la finestra, e alla radio stanno parlando dei preparativi per le Olimpiadi di Pechino. (Susan Barker, Ora sai chi sei [traduz. di Manuela Faimali], Torino, Bollati Boringhieri, 2017)
Miriam Di Carlo

Approfondimenti e link

23 luglio 2020


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Nuovo regolamento per gli utenti della Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Dal 3 gennaio 2023, per gli studiosi che accedono alla Biblioteca è in vigore un nuovo regolamento.

Ordine di servizio

Avviso da Crusca

In ottemperanza alla normativa vigente, si raccomanda a tutti coloro che frequentano, a vario titolo, la Villa medicea di Castello, l’osservanza delle seguenti regole da adottare per il contenimento dei consumi energetici:
- all’interno della Villa l’esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale è consentito per 11 ore giornaliere dall’8 novembre al 7 aprile (art. 1 comma 2 del Decreto del Ministro della Transizione ecologica del 6 ottobre 2022);
- la media ponderata delle temperature dell'aria, misurate nei singoli ambienti di ciascun locale della Villa per la climatizzazione invernale non deve essere superiore a 19 gradi centigradi, più 2 gradi centigradi di tolleranza (art. 19-quater del Decreto legge n. 17 del 1° marzo 2022);
- l’apertura delle finestre per il ricambio dell’aria deve essere limitata allo stretto necessario;
- regolare la luminosità della luce artificiale a seconda della luminosità esterna;
- spegnere le luci, il monitor del PC e il fancoil quando ci si allontana dalla propria postazione di lavoro e al termine del proprio orario di lavoro;
- non stampare mail o altri documenti, se non strettamente necessario.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Scomparsa l'accademica Bice Mortara Garavelli

26 gen 2023

Antichi maestri: un allestimento teatrale appositamente pensato per la Crusca

11 nov 2022

Scomparso lo storico della lingua Andrea Dardi

02 nov 2022

Due spettacoli teatrali alla villa medicea di Castello

26 ott 2022

Scomparso l'accademico Luciano Agostiniani

20 ott 2022

L’italiano e i giovani. Come scusa? Non ti followo: il libro edito dall'Accademia in occasione della Ventiduesima Settimana della lingua italiana nel mondo

15 ott 2022

Tre visite guidate riservate ai soci UniCoop Firenze e Amici dell'Accademia della Crusca

10 ott 2022

Sao ko kelle terre. Piccola storia della lingua italiana: al MUNDI uno spettacolo dedicato alla lingua italiana

23 set 2022

Vai alla sezione