microondabile *

Ambito d'uso: pubblicità

1993

Definizione: involucro di una pietanza, o pietanza stessa, che è possibile cuocere o scaldare direttamente nel forno a microonde.

 

A partire all’incirca dal 2010, su Google Italia si trovano quasi 5.000 risultati dell’aggettivo microondabile. La sua introduzione non è passata sotto silenzio e ha sollevato da più parti commenti perplessi. Beppe Severgnini lo ha definito «talmente brutto da diventare interessante» (http://italians.corriere.it/2014/05/05/verdure-in-busta-microondabile/).

Nel settore della pubblicità e del marketing si avverte una necessità di sintesi e icasticità maggiore rispetto alla lingua comune, tanto che proprio questo settore della lingua viene considerato particolarmente fertile per la creazione di nuove parole. L'ambito in cui nasce la parola, dunque, non ci deve stupire.

Non esiste un'alternativa sintetica a microondabile, ma solitamente useremmo delle perifrasi, come cucinabile/riscaldabile al microonde per una pietanza o resistente al microonde per un contenitore o un involucro. Notiamo che in italiano non esiste il verbo microondare (anche se qualche timido esempio d'uso si rintraccia in rete, con Google: 170 risultati su pagine in italiano), come del resto non abbiamo nemmeno un ipotetico *fornare per cuocere al forno o *vaporare per cuocere a vapore (vaporizzare vuol dire decisamente un'altra cosa!). Sembra, quindi, che in ambito culinarioprevalgano forme perifrastiche rispetto a verbi sintetici: da questo punto di vista, cucinabile al microonde è perfettamente regolare e accettabile.

Nonostante questo, considerato che la possibilità di cuocere una pietanza con il forno a microonde è un richiamo pubblicitario forte (è un modo di cucinare veloce, che non richiede l'aggiunta di grassi; ancora meglio se la pietanza non va nemmeno tolta dalla sua confezione), si può comprendere come sia nata l'esigenza di una formula più sintetica e accattivante rispetto alla perifrasi summenzionata.

In inglese è in uso, dal 1982, l'aggettivo analogo, microwavable o microwaveable (http://www.etymonline.com/index.php?term=microwavable). Lo stesso aggettivo esiste anche in francese – micro-ondable o microondable (http://www.larousse.fr/dictionnaires/francais/micro-ondable/186523?q=micro-ondable#10927891) – in alternativa alla perifrasi qui peut aller au micro-ondes  (prime attestazioni in Rete risalenti alla prima metà degli anni 2000), in spagnolo (microondable) e in tedesco (mikrowellengeeignet).

A parte alcune testimonianze isolate negli archivi dei quotidiani intorno attorno alla metà degli anni Novanta, una delle prime attestazioni della parola in italiano si rintraccia nei comunicati stampa per il lancio nel nostro paese di una nuova linea di prodotti di un'azienda francese, Bonduelle, proprio nel 2010-2011. È quindi molto probabile che questa volta il termine non arrivi a noi direttamente dall'inglese, ma piuttosto con la mediazione del francese, magari proprio grazie alla linea "Sfiziose per natura", nel cui comunicato di presentazione si leggeva tale parola. Se ipotizziamo che la strada seguita sia questa, l'aggettivo si configurerebbe come un calco omonimico, o un adattamento, direttamente dal francese: ciò spiegherebbe l’esistenza in un aggettivo in -bile in assenza, in italiano, del verbo da cui dovrebbe teoricamente derivare.

 

Attestazioni:

 

Attestazioni lessicografiche

Nessuna.

 

Per approfondimenti leggi anche la scheda della Consulenza linguistica.

 

[a cura di Vera Gheno]

19 dicembre 2014


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Nuovo regolamento per gli utenti della Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Dal 3 gennaio 2023, per gli studiosi che accedono alla Biblioteca è in vigore un nuovo regolamento.

Ordine di servizio

Avviso da Crusca

In ottemperanza alla normativa vigente, si raccomanda a tutti coloro che frequentano, a vario titolo, la Villa medicea di Castello, l’osservanza delle seguenti regole da adottare per il contenimento dei consumi energetici:
- all’interno della Villa l’esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale è consentito per 11 ore giornaliere dall’8 novembre al 7 aprile (art. 1 comma 2 del Decreto del Ministro della Transizione ecologica del 6 ottobre 2022);
- la media ponderata delle temperature dell'aria, misurate nei singoli ambienti di ciascun locale della Villa per la climatizzazione invernale non deve essere superiore a 19 gradi centigradi, più 2 gradi centigradi di tolleranza (art. 19-quater del Decreto legge n. 17 del 1° marzo 2022);
- l’apertura delle finestre per il ricambio dell’aria deve essere limitata allo stretto necessario;
- regolare la luminosità della luce artificiale a seconda della luminosità esterna;
- spegnere le luci, il monitor del PC e il fancoil quando ci si allontana dalla propria postazione di lavoro e al termine del proprio orario di lavoro;
- non stampare mail o altri documenti, se non strettamente necessario.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Scomparsa l'accademica Bice Mortara Garavelli

26 gen 2023

Antichi maestri: un allestimento teatrale appositamente pensato per la Crusca

11 nov 2022

Scomparso lo storico della lingua Andrea Dardi

02 nov 2022

Due spettacoli teatrali alla villa medicea di Castello

26 ott 2022

Scomparso l'accademico Luciano Agostiniani

20 ott 2022

L’italiano e i giovani. Come scusa? Non ti followo: il libro edito dall'Accademia in occasione della Ventiduesima Settimana della lingua italiana nel mondo

15 ott 2022

Tre visite guidate riservate ai soci UniCoop Firenze e Amici dell'Accademia della Crusca

10 ott 2022

Sao ko kelle terre. Piccola storia della lingua italiana: al MUNDI uno spettacolo dedicato alla lingua italiana

23 set 2022

Vai alla sezione