STEM

Varianti: S.T.E.M., Stem, stem

Ambito d'uso: ricerca, istruzione

Ambito d'origine: ricerca, istruzione

Categoria grammaticale:

acronimo usato come apposizione o come sost. f. pl.

Definizione

Che si riferisce alle discipline tecnico-scientifiche nel loro insieme, oppure le discipline stesse.

Etimologia

Dall’inglese STEM, acronimo di ‘Science, Technology, Engineering and Mathematics’ (‘scienza, tecnologia, ingegneria, matematica’).

Prima attestazione

2011
"Negli Stati Uniti solo il 14 per cento dei ragazzi si iscrive in corsi dell’area Stem, ovvero scienze, tecnologia, ingegneria e matematica". (Federico Pace, Gli ingegneri non conoscono crisi. “Sono i più richiesti dalle imprese”, Repubblica.it, sez. Scuola, 15/6/2011)

Periodo di affermazione:

2021

Presenza sui dizionari

Zingarelli 2023

Repertori

Neologismi 2018 Treccani

Diffusione al: 20 aprile 2022

Google: 6.890.000 r. (“discipline STEM” 78.400 r.; “settori STEM”  4.740 r.;  “materie STEM” 49.100 r.; “corsi STEM” 4.440 r.; “didattica STEM” 268.000 r.;  “concorso STEM” 78.300 r.; “laureati/laureate STEM” 1.100/1.050  r.; “professioni STEM” 2.670 r.)
Archivio “Corriere della Sera”: 391 r. (p.a. 2013)
Archivio “la Repubblica”: 531 r. (p.a. 2011)
“La Stampa”: 343 r. (p.a. 2011)

Note

STEM è l’acronimo di origine angloamericana di ‘Science, Technology, Engineering and Mathematics’ (ovvero scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) intese come discipline. Si tratta di una classificazione che raggruppa questo tipo di materie di studio e i relativi campi d’applicazione (considerati uno strumento chiave per lo sviluppo economico, tecnologico e sociale), nata negli Stati Uniti tra gli anni ’90 e i primi anni Duemila e presto diffusa a livello internazionale. Tuttavia, non vi è un accordo universale su quali discipline debbano effettivamente essere incluse tra le STEM. In Italia, la classificazione tradizionale distingue principalmente tra discipline scientifiche e umanistiche, e per avere un’idea di cosa venga considerato STEM, nell’ambito accademico italiano, rimandiamo alla “Tabella di decodifica della classificazione delle classi di laurea per Field of Education and Training 2013 (ISCED-F 2013) con indicazione delle aree STEM” pubblicata nel portale del Ministero dell’Università e della Ricerca. Un importante contributo alla diffusione dell’acronimo in italiano è giunto nel 2021 con l’istituzione da parte del Ministero dell’Istruzione del primo concorso per l’insegnamento delle materie STEM (DD n. 826 del 15 giugno 2021), comunemente identificato come “concorso STEM” (anche dallo stesso Ministero dell’Istruzione), finalizzato al reclutamento del personale docente per le materie scientifiche nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

Sebbene STEM sia ancora scarsamente registrato dai dizionari italiani (mentre è presente in quelli di lingua inglese come l’Oxford Dictionary, il Cambridge Dictionary e il Merriam-Webster), nella comunicazione istituzionale italiana, nella stampa e in generale nell’ambito dell’istruzione e della ricerca, si parla di materie STEM, settori STEM o discipline STEM, ma anche di carriera STEM, professioni STEM, corsi (di laurea) e facoltà STEM, oltre che di laureati, professionisti e, infine, donne STEM. La grafia più comune è STEM, senza punti e con tutte le lettere maiuscole, ma in rete possiamo trovare anche attestazioni di S.T.E.M., Stem e stem.

L’acronimo è usato perlopiù con funzione apposizionale; non mancano, però, attestazioni di STEM impiegato come sostantivo femminile plurale a indicare le discipline stesse – le STEM −, dove dunque si rendono implicite le parole materie o discipline.


Esempi d'uso

  • L’amministrazione Obama ha investito 2,6 milioni di dollari per incrementare le iscrizioni dei giovani ai corsi Stem, e la ragione è evidente: le opportunità di lavoro per laureati dell’area Stem sono molto maggiori che per i laureati in altre discipline, soprattutto per quelli provenienti dagli studi umanistici in senso lato. A risultati analoghi porta il confronto tra i laureati Stem e gli altri, per quanto riguarda i tassi di crescita dell’occupazione, i tempi impiegati per trovarla, il livello di reddito dopo un certo intervallo di tempo di lavoro. (Pasquale Frascolla, Il futuro è Stem ma gli umanisti hanno una chance, “la Repubblica”, 10/12/2014)
  • Ciò che differenzia lo studio delle STEM dalla scienza tradizionale e dalla matematica è il differente approccio. Viene mostrato agli studenti come il metodo scientifico possa essere applicato alla vita quotidiana. Le STEM consentono di insegnare agli studenti il pensiero computazionale concentrandosi sulle applicazioni del mondo reale in un’ottica di problem solving (Aldo Domenico Ficara, L’importanza strategica dell’insegnamento delle materie STEM, www.tecnicadellascuola.it, 29/10/2019)
  • Attraverso la didattica STEM lo studente crea legami e connessioni profonde tra i concetti appresi nelle diverse discipline scientifiche, riesce a coglierne l’intrinseco rapporto con la realtà ed è maggiormente strutturato per affrontare ed intrepretare la profonda e sempre maggiore complessità del mondo che lo circonda. (dal sito del Liceo scientifico statale “Antonio Gramsci”)
Luisa di Valvasone

Approfondimenti e link

18 luglio 2022


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Nuovo regolamento per gli utenti della Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Dal 3 gennaio 2023, per gli studiosi che accedono alla Biblioteca è in vigore un nuovo regolamento.

Ordine di servizio

Avviso da Crusca

In ottemperanza alla normativa vigente, si raccomanda a tutti coloro che frequentano, a vario titolo, la Villa medicea di Castello, l’osservanza delle seguenti regole da adottare per il contenimento dei consumi energetici:
- all’interno della Villa l’esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale è consentito per 11 ore giornaliere dall’8 novembre al 7 aprile (art. 1 comma 2 del Decreto del Ministro della Transizione ecologica del 6 ottobre 2022);
- la media ponderata delle temperature dell'aria, misurate nei singoli ambienti di ciascun locale della Villa per la climatizzazione invernale non deve essere superiore a 19 gradi centigradi, più 2 gradi centigradi di tolleranza (art. 19-quater del Decreto legge n. 17 del 1° marzo 2022);
- l’apertura delle finestre per il ricambio dell’aria deve essere limitata allo stretto necessario;
- regolare la luminosità della luce artificiale a seconda della luminosità esterna;
- spegnere le luci, il monitor del PC e il fancoil quando ci si allontana dalla propria postazione di lavoro e al termine del proprio orario di lavoro;
- non stampare mail o altri documenti, se non strettamente necessario.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Scomparsa l'accademica Bice Mortara Garavelli

26 gen 2023

Antichi maestri: un allestimento teatrale appositamente pensato per la Crusca

11 nov 2022

Scomparso lo storico della lingua Andrea Dardi

02 nov 2022

Due spettacoli teatrali alla villa medicea di Castello

26 ott 2022

Scomparso l'accademico Luciano Agostiniani

20 ott 2022

L’italiano e i giovani. Come scusa? Non ti followo: il libro edito dall'Accademia in occasione della Ventiduesima Settimana della lingua italiana nel mondo

15 ott 2022

Tre visite guidate riservate ai soci UniCoop Firenze e Amici dell'Accademia della Crusca

10 ott 2022

Sao ko kelle terre. Piccola storia della lingua italiana: al MUNDI uno spettacolo dedicato alla lingua italiana

23 set 2022

Vai alla sezione