Meteorite

Alcuni lettori ci pongono domande a proposito del termine meteorite: è maschile o femminile? E qual è il suo plurale?

Risposta

Le moderne terminologie scientifiche si sono formate a partire dal XVIII secolo sulla base di un concetto tanto semplice quanto efficace: far corrispondere a fenomeni dello stesso tipo il medesimo elemento linguistico, in modo da creare delle serie tassonomiche potenzialmente infinite dal significato trasparente e univoco. Un passaggio fondamentale, in tale direzione, fu quello di attribuire un significato specifico a determinati affissi, in particolare suffissi, attraverso i quali indicare in modo economico e universalmente condiviso un determinato stato o processo. È il caso, appunto, del suffisso -ite, di origine greca, che viene usato in diversi ambiti scientifici con significati diversi. In medicina il suffisso -ite indica un processo infiammatorio acuto dell’organo cui si riferisce in termini come bronchite, epatite, nefrite, polmonite. Se facciamo attenzione agli esempi appena citati, noteremo un’importante caratteristica della loro formazione: il suffisso -ite può unirsi tanto a parole vere e proprie (bronchi, polmoni), quanto a prefissoidi o confissi (epat(o)-, nefr(o)-), anch’essi di origine greca, i quali sono provvisti di un significato (rispettivamente ‘fegato’ e ‘rene’), ma non hanno autonomia lessicale: non posso infatti dire *mi fa male l’epato, ma dovrò dire mi fa male il fegato.

Il suffisso -ite, oltre che in medicina, è utilizzato anche in altre terminologie scientifiche, tra le quali quella della mineralogia, la scienza che studia la forma, la struttura e le proprietà dei minerali. A tale disciplina, ma all’interno della scienza astronomica, si richiama il termine meteorite, per il quale riportiamo la definizione del GDLI: “Ciascuno dei corpi solidi, di forma tondeggiante o irregolare e di dimensioni variabili da frazioni di milli­metri fino a centinaia di metri, di provenienza extraterrestre, vaganti nello spazio, che possono talvolta entrare nel campo d’attrazione della Terra: durante l’attraversamento dell’atmosfera, per attrito con l’aria, si rendono incandescenti, mentre il loro interno può conservare tempe­rature bassissime, e in prossimità o a contatto del suolo, date le tensioni interne, esplodono”. Il vocabolo è attestato lessicograficamente per la prima volta nel Tommaseo-Bellini (1869) ed è formato da meteora con il predetto suffisso -ite. A sua volta meteora è una voce dotta che viene dal greco antico ta metéōra ‘le cose che stanno in alto’ e indica genericamente un fenomeno atmosferico, tant’è vero che la meteorologia (e non *metereologia, come spesso si sente dire) è la scienza che studia i fenomeni atmosferici.

E chiudiamo con i quesiti morfologici. Generalmente i sostantivi in -ite sono femminili (la pirite, la stalattite), ma per meteorite i dizionari indicano entrambi i generi. È probabile che l’uso al maschile sia dovuto all’attrazione di sinonimi quali corpo o aggregato celeste. Quanto al plurale, la forma corretta è, in ogni caso, meteoriti.



Claudio Giovanardi

15 dicembre 2020


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Chiusura dell'Accademia

Avviso da CruscaLa sede dell'Accademia resterà chiusa il 29 marzo 2024.

Visita dell'ultima domenica di marzo

Avviso da Crusca

ATTENZIONE: Per concomitanza con le feste, la visita all'Accademia della Crusca dell'ultima domenica del mese di marzo si terrà domenica 24 marzo 2024 ore 11.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Italiano e inglese nei corsi universitari: la lettera aperta del Presidente dell'Accademia al Rettore dell’Alma Mater Studiorum e alla Ministra dell’Università

23 feb 2024

Giornata Internazionale della lingua madre: il contributo video del presidente dell'Accademia Paolo D'Achille

21 feb 2024

"Sao ko kelle terre... Piccola storia della lingua italiana": la Compagnia delle Seggiole in scena alla Villa medicea di Castello con uno spettacolo dedicato alla storia dell'italiano

25 gen 2024

Il restauro degli infissi dell'Accademia per il concorso Art Bonus 2024

25 gen 2024

Scomparso l'Accademico Angelo Stella

15 dic 2023

Corso di formazione per insegnanti Le parole dell’italiano: idee e pratiche efficaci per insegnare e apprendere il lessico

15 nov 2023

25 ottobre 2023: il Collegio della Crusca nomina 10 nuovi accademici

27 ott 2023

Aspettando la Piazza delle lingue: quattro incontri all'Accademia della Crusca

05 ott 2023

Vai alla sezione