Nell'anno di Dante Giovanni Cova & C. e l'Accademia della Crusca insieme per il Vocabolario del Gusto

Per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri e a distanza di oltre 400 dalla realizzazione del primo Vocabolario degli Accademici della Crusca, si definisce la collaborazione tra la più antica e importante Accademia linguistica Italiana e i Pasticceri della Giovanni Cova & C.

Oggetto della collaborazione sarà la realizzazione del Vocabolario del Gusto, estratto e appositamente rielaborato dal primo Vocabolario realizzato dalla Crusca nel 1612. Le voci italiane saranno affiancate dai lemmi in lingua inglese tratti dal primo Vocabolario bilingue Italiano-Inglese, il New World of Words di John Florio, edito nel 1611.

Per affiancare il gusto delle prelibatezze meneghine della Panettoni Giovanni Cova & C., la Crusca ha ideato questo nuovo vocabolario, nuovo ma tratto da materiale antico: sono le parole della lingua italiana di aureo periodo, con gli esempi tratti dagli scrittori della nostra tradizione linguistica classica. Il Vocabolario del gusto impreziosirà i panettoni e il pandoro destinati alla celebrazione del sommo Poeta, magnificamente e impressivamente raffigurato già nella loro elegante confezione esterna.

La Giovanni Cova & C. si è affermata negli anni per la qualità dei propri dolci e per la bontà dei propri panettoni. L’appellativo: “Il Panatton de lusso Milan”, che ha accompagnato per decenni tutti i prodotti, mostra l'apprezzamento e la preferenza da parte di generazioni di Milanesi, e oggi dell'Italia intera.

Vogliamo continuare a garantire l’unicità dei nostri prodotti e caratterizzarli oltre che in bontà, con iniziative di valorizzazione artistica e culturale”, dice Andrea Muzzi AD di Giovanni Cova & C., “celebrare Dante è un’occasione senza pari non solo perché le sue opere sono conosciute e studiate nel mondo, ma anche perché è grazie alla lingua italiana che ci siamo uniti come italiani ancor prima di avere una nazione politicamente definita. Il panettone è un simbolo italiano, anche se è nato in Lombardia. La lingua italiana è nazionale, anche se è nata a Firenze. Le regioni hanno dato all'Italia contributi meravigliosi. Siamo onorati di avere avviato un progetto di collaborazione che promuove la lingua italiana e la valorizza da secoli. Da parte nostra, abbiamo sempre profuso impegno per incoraggiare, valorizzare e difendere la bontà delle eccellenze dolciarie. Collaborare con l’Accademia della Crusca e con Ill.mo suo Presidente il Prof. Marazzini vuole essere anche un segnale di unione dalle Alpi alla Sicilia. Abbiamo clienti ed estimatori in oltre 62 Paesi nel mondo e valorizzare l’italianità significa non dimenticare quanto di prezioso è stato fatto da chi ci ha preceduto”.

Fin dalla sua fondazione nel 1583 l'Accademia ha accolto studiosi italiani ed esteri, grammatici e filologi, scrittori e poeti (Tassoni, Maffei, Maggi, Monti, Leopardi, Manzoni, Carducci, ecc.), scienziati (Galilei, Redi, Torricelli, Malpighi), storici (Muratori, Botta, Capponi), filosofi (Voltaire, Rosmini), giuristi e statisti (Witte, Gladstone). L'opera principale dell'Accademia, il Vocabolario (1612; poi ampliato e ripubblicato più volte fino al 1923), ha dato un contributo decisivo all'identificazione e alla diffusione della lingua italiana e ha fornito l'esempio ai grandi lessici delle lingue francese, spagnola, tedesca e inglese.

Dice il Presidente Prof. Claudio Marazzini: “L’Accademia della Crusca ha aderito con grande piacere alla proposta della Giovanni Cova & C. per un’iniziativa comune nell'anno dantesco: il connubio tra cultura e cibo non è una novità, anzi ormai incontra grande consenso. Il cibo è esso stesso cultura e si lega alla lingua, perché è ben noto l'insostituibile valore della narrazione dei prodotti: senza la parola, viene meno gran parte del fascino del prodotto, si perde la descrizione degli ingredienti, non si apprezza a dovere l'arte della fabbricazione. Solo la parola, dunque, rende palese la perizia artigianale che affonda le sue radici in un passato ricco di esperienze. Solo la parola aiuta a cogliere appieno il significato delle raffinate tradizioni italiane, prezioso patrimonio della nostra civiltà.

Nella seconda parte dell’anno, Covid-19 permettendo e a conclusione dei lavori il Vocabolario del Gusto verrà presentato in anteprima alla stampa e, appunto, reso omaggio a tutti coloro che acquisteranno uno dei prodotti della Linea Dante 700 previsti per il prossimo Natale.

 

Per info:
Giovanni Cova & C: Uff. Comunicazione 3355277909
Accademia della Crusca Ufficio Stampa Paolo Belardinelli 055454278 / 3923478421 / ufficiostampa@crusca.fi.it

Si richiede l’attenzione all’utilizzo dell’intera denominazione “Giovanni Cova & C.” avendo cura di non adottare qualsiasi abbreviazione o riduzione della denominazione così come specificata.


Ultimi comunicati stampa

Gruppo Incipit, Comunicato n. 16: La cibersicurezza è importante. L’italiano pure

  • 14 giu 2021

25 aprile: visita gratuita in Accademia

  • 23 apr 2021

Nell'anno di Dante Giovanni Cova & C. e l'Accademia della Crusca insieme per il Vocabolario del Gusto

  • 22 apr 2021

Agenda eventi


Avvisi

Bando per l'ammissione al Dottorato di ricerca "Pegaso" in "Linguistica storica, Linguistica educativa e Italianistica", XXXVII ciclo, a.a. 2021-2022

Avviso da Crusca

Il bando (progetto Pegaso) è cofinanziato dalla Regione Toscana e gode della collaborazione dell'Accademia della Crusca e dell'Università degli Studi di Siena. Scadenza della presentazione delle domande: 2 agosto 2021. Maggiori informazioni sono disponibili nella sezione "Notizie".

I risultati delle prove INVALSI 2021

Avviso da CruscaIl Tema di Rosario Coluccia è in rete. Partecipa alla discussione

Chiusura estiva dell'Archivio dell'Accademia

Avviso dall'archivio

L'Archivio dell'Accademia resterà chiuso dal primo al 31 agosto.

Premio Giovanni Nencioni per una tesi di dottorato in linguistica italiana discussa all’estero

Avviso da Crusca

La domanda di partecipazione alla X edizione del Premio Nencioni è disponibile nella sezione "Bandi".

Servizi in emergenza Covid-19 - Aggiornamenti

Avviso dalla biblioteca

Il Presidente dell’Accademia della Crusca, in ottemperanza alla vigente normativa, ed in particolare al DL n. 65 del 18 maggio 2021, impartisce le seguenti indicazioni:

la Biblioteca dell’Accademia della Crusca è aperta al pubblico con gli orari consueti e con le norme indicate nell’Avviso pubblicato il 4 dicembre 2020, tranne le seguenti novità a partire da giovedì 27 maggio 2021:

  • l’accesso alla sala di lettura avviene senza prenotazione;
  • è consentito l’accesso al ballatoio della sala dopo la sanificazione delle mani.

Chiusura estiva dell'Accademia

Avviso da Crusca

L'Accademia della Crusca resterà chiusa dal 9 al 22 agosto compresi. Gli uffici riapriranno regolarmente il lunedì 23.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Crusca e Stensen per la rassegna Come parla e com'è scritto il cinema italiano. Le varietà della lingua tra dialetti, narrativa e film

02 lug 2021

Una visita speciale all'Accademia e alla mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

30 giu 2021

Il Purgatorio. La notte lava la mente: uno spettacolo di Mario Luzi patrocinato dall'Accademia

28 giu 2021

Una mostra virtuale su Dante e la Crusca alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana

26 mar 2021

Mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

23 mar 2021

La parola fresca di giornata. 365 giorni con Dante

01 gen 2021

"Dentro la Crusca, dentro l'italiano": le iniziative nate dalla collaborazione 2020/2021 tra l'Accademia e UniCoop Firenze

01 gen 2021

L'Accademia della Crusca e le celebrazioni del 2021, anno dantesco

02 gen 2021

Vai alla sezione