The Accademia

In both Italy and worldwide, the Accademia della Crusca is among the leading institutions in the field of research on the Italian language. At present its activity is centered on the following:

  • supporting scientific activity and the training of new researchers in Italian linguistics and philology through its Centres and in cooperation with Universities;
  • acquiring and spreading, in Italian society as a whole and especially in schools, historical knowledge of the Italian language and awareness of its present evolution, in the context of the cross-linguistic exchanges that are so common in the present world;
  • collaborating with the most important foreign institutions as well as with Italian and European Governments, to support the cause of multilingualism on our continent.

The Accademia della Crusca - literally 'the Bran Academy' - was founded in Florence between 1582 and 1583 on the initiative of five Florentine men of letters. One of them was Lionardo Salviati, inventor of a complete cultural and language-coding programme. The name "Accademia della Crusca" was derived from their lively meetings, playfully called "cruscate" ('bran-meetings'), and came to signify the work of 'cleaning up' the language (the bran is the part of the wheat that is discarded when the grain is cleaned up). The newly founded institution adopted as its motto a line from a poem by Francesco Petrarca: "il più bel fior ne coglie" ('she picks the fairest flower') and built up a rich symbology based on wheat and bread.


From the beginning the Accademia welcomed Italian and foreign scholars of various fields of interest: besides grammaticians and philologists, writers and poets (Tassoni, Maffei, Maggi, Monti, Leopardi, Manzoni, Carducci, ecc.), scientists (Galilei, Redi, Torricelli, Malpighi), historians (Muratori, Botta, Capponi), philosophers, (Voltaire, Rosmini), jurists and statesmen (Witte, Gladstone).

The main accomplishment of the Accademia, the Vocabolario (i.e. Dictionary, dated 1612, reprinted and enlarged several times until 1923), though subject to criticism for the limits it imposed on living linguistic usage, has made an exceptional contribution to the identification and diffusion of the Italian language and has served as an example for the great dictionaries of French, Spanish, German and English.


The new Vocabolario project, developed and started by the Accademia between 1955 and 1985, has the sole purpose of carrying out historical documentation and is one of the major lexicographic enterprises in Europe. The project is now the work of the Opera del Vocabolario Italiano, an Institute of the CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche i.e. 'National Council for Research'), affiliated to the Accademia and directed by Pietro G. Beltrami. The current director of the OVI is Lino Leonardi.

Allegati


VIDEO
Video ufficiale 2015
Claudio Marazzini nuovo presidente
Video ufficiale 2012
Un nuovo sito per la Crusca

Attività

Proverbi danteschi: ieri e oggi

Le iniziative dell'Accademia per il 2021, anno dantesco

Dantedì


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Nuovo regolamento per gli utenti della Biblioteca

Avviso dalla biblioteca

Dal 3 gennaio 2023, per gli studiosi che accedono alla Biblioteca è in vigore un nuovo regolamento.

Ordine di servizio

Avviso da Crusca

In ottemperanza alla normativa vigente, si raccomanda a tutti coloro che frequentano, a vario titolo, la Villa medicea di Castello, l’osservanza delle seguenti regole da adottare per il contenimento dei consumi energetici:
- all’interno della Villa l’esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale è consentito per 11 ore giornaliere dall’8 novembre al 7 aprile (art. 1 comma 2 del Decreto del Ministro della Transizione ecologica del 6 ottobre 2022);
- la media ponderata delle temperature dell'aria, misurate nei singoli ambienti di ciascun locale della Villa per la climatizzazione invernale non deve essere superiore a 19 gradi centigradi, più 2 gradi centigradi di tolleranza (art. 19-quater del Decreto legge n. 17 del 1° marzo 2022);
- l’apertura delle finestre per il ricambio dell’aria deve essere limitata allo stretto necessario;
- regolare la luminosità della luce artificiale a seconda della luminosità esterna;
- spegnere le luci, il monitor del PC e il fancoil quando ci si allontana dalla propria postazione di lavoro e al termine del proprio orario di lavoro;
- non stampare mail o altri documenti, se non strettamente necessario.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Scomparsa l'accademica Bice Mortara Garavelli

26 gen 2023

Antichi maestri: un allestimento teatrale appositamente pensato per la Crusca

11 nov 2022

Scomparso lo storico della lingua Andrea Dardi

02 nov 2022

Due spettacoli teatrali alla villa medicea di Castello

26 ott 2022

Scomparso l'accademico Luciano Agostiniani

20 ott 2022

L’italiano e i giovani. Come scusa? Non ti followo: il libro edito dall'Accademia in occasione della Ventiduesima Settimana della lingua italiana nel mondo

15 ott 2022

Tre visite guidate riservate ai soci UniCoop Firenze e Amici dell'Accademia della Crusca

10 ott 2022

Sao ko kelle terre. Piccola storia della lingua italiana: al MUNDI uno spettacolo dedicato alla lingua italiana

23 set 2022

Vai alla sezione