Claudio Marazzini

Claudio Marazzini è nato a Torino il 26.10.1949. Si è laureato nel 1972 presso l’Università di Torino con una tesi discussa con Gian Luigi Beccaria. La sua formazione è dunque legata alla scuola torinese di Benvenuto Terracini.

La sua carriera accademica ha avuto inizio a Torino, dove è stato borsista e poi ricercatore. Vinto il concorso di professore di II fascia per la Storia della lingua italiana, ha insegnato nell'Università di Macerata dal 1988 al 31.10.1993. A Macerata è stato delegato del Rettore per la guida e il coordinamento della Biblioteca della Facoltà di Lettere. Per un anno (a.a. 1993-94) è stato docente di Storia della lingua italiana nella II Facoltà di Lettere dell’Università di Torino, sede a Vercelli. Vinta la cattedra di I fascia, dal 1994-95 ha insegnato Storia della lingua italiana a Udine, nella Facoltà di Lingue, dove ha fatto parte del Direttivo del Centro di Calcolo e del “Centro Internazionale sul Plurilinguismo”. Nel 1996-97 ha ricoperto la carica di Direttore dell’Istituto di Storia della lingua e letteratura italiana e ha portato a termine la ristrutturazione della grande biblioteca lessicografica riunita a Udine da Paolo Zolli. Dal 1997-98 è rientrato in Piemonte, sede di Vercelli dell’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”, ora UPO. Qui è stato Presidente del Corso di Laurea in Lettere dal novembre 1997 all’ottobre 2000 e dal 2006 al 2014. Ha fatto parte del primo Senato Accademico integrato dell’Università del Piemonte Orientale. È tutt’ora Coordinatore del Dottorato in “Tradizioni linguistico-letterarie nell’Italia antica e moderna” e del dottorato “Linguaggi, storia e istituzioni” (sede presso l’UPO, VC). Per due anni accademici (2010-11, 2011-12) è stato professeur invité presso l’università di Lausanne (CH).

Dal 1999 al giugno 2002 ha fatto parte del Direttivo dell'ASLI, l’Associazione che raggruppa gli studiosi di storia della lingua italiana, con sede presso l’Accademia della Crusca. È membro della “Società Italiana di Glottologia”. Ha fatto parte della redazione della “Rivista di Linguistica”. È stato responsabile del progetto degli “Autori del ben parlare” per il Ci-Bit, la “Biblioteca italiana telematica” (ha diretto una collana con identico nome, “Gli Autori del ben parlare”, presso le Edizioni dell’Università di Pescara). È stato responsabile di progetti ministeriali PRIN sulla storia della grammatica e su corpora destinati a fini lessicografici. Fa parte della direzione (collegiale) della prestigiosa rivista “Lingua e stile”, pubblicata dal Mulino di Bologna.

Dal 18 maggio 2010 è Socio corrispondente dell’Accademia delle Scienze di Torino per la Classe di Scienze morali, storiche e filologiche. Con Decreto del ministro per i Beni e le Attività Culturali, in data 29 settembre 2011 è stato nominato Socio corrispondente dell’Accademia della Crusca di Firenze. Dal 2012 è diventato accademico effettivo e membro del Consiglio Direttivo dell’Accademia stessa. È stato eletto presidente il 23 maggio 2014.

È autore di circa duecento pubblicazioni. Nella sua produzione si contano libri, saggi in rivista nazionali e internazionali, edizioni critiche. I suoi lavori hanno sviluppato temi di storia della lingua italiana, della questione della lingua, della storia linguistica regionale, toccando i rapporti lingua-dialetto, il linguaggio letterario, la cultura popolare, la storia della linguistica, la storia della grammatica e della lessicografia, le teorie linguistiche, la storia dell’insegnamento, la storia delle idee linguistiche e la politica della lingua. Un suo libro, La Rilegatura artigianale e d'arte (Bologna, Zanichelli, 1986), è tuttavia estraneo alla lingua e alla linguistica (salvo per il glossarietto finale), e si collega invece alla passione di bibliofilo.

Claudio Marazzini svolge attività giornalistica: dal 1990 è titolare della rubrica di lingua “Parlare e scrivere” sul settimanale "Famiglia cristiana", ed è stato titolare di una rubrica linguistica sul mensile “Letture” fino alla chiusura della gloriosa testata. Ha scritto inoltre opere rivolte alla scuola, uscite presso Zanichelli, SEI, D'Anna.

Attività

Le iniziative dell'Accademia per il 2021, anno dantesco

Dantedì

OIM - Osservatorio degli Italianismi nel Mondo


Agenda eventi


Avvisi

Esame di Stato. Mai più senza prove scritte

Avviso da CruscaIl nuovo Tema di Paolo D'Achille è in rete. Partecipa alla discussione

Servizi in emergenza Covid-19 - Aggiornamenti del 4 agosto 2021

Avviso dalla biblioteca

Il Presidente dell’Accademia della Crusca, in ottemperanza alla vigente normativa per il contrasto e il contenimento della pandemia da Covid-19, impartisce le seguenti indicazioni:

La Biblioteca dell’Accademia della Crusca è aperta al pubblico con gli orari consueti.
Si elencano di seguito le modalità di accesso alla sala di consultazione e alle collezioni della Biblioteca, in vigore fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19. Leggi tutto

Certificazione verde Covid-19

Avviso da Crusca

Avvisiamo che dal 6 agosto 2021, come stabilito dal Decreto Legge del 23 luglio 2021 n. 105, articolo 3 comma 3 lettera c, l’accesso alla biblioteca e all’archivio, e la partecipazione a convegni, seminari, visite guidate e qualsiasi altra manifestazione, è consentito esclusivamente a soggetti muniti di certificazione verde Covid-19 (Green Pass), fatto salve le esclusioni e le esenzioni previste dallo stesso Decreto.

Il personale dell’Accademia è incaricato, all’ingresso, di accertare il possesso dei requisiti richiesti.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Crusca e Stensen per la rassegna Come parla e com'è scritto il cinema italiano. Le varietà della lingua tra dialetti, narrativa e film

02 lug 2021

Una visita speciale all'Accademia e alla mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

30 giu 2021

Il Purgatorio. La notte lava la mente: uno spettacolo di Mario Luzi patrocinato dall'Accademia

28 giu 2021

Una mostra virtuale su Dante e la Crusca alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana

26 mar 2021

Mostra “Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte”. Dante e la Crusca

23 mar 2021

La parola fresca di giornata. 365 giorni con Dante

01 gen 2021

"Dentro la Crusca, dentro l'italiano": le iniziative nate dalla collaborazione 2020/2021 tra l'Accademia e UniCoop Firenze

01 gen 2021

L'Accademia della Crusca e le celebrazioni del 2021, anno dantesco

02 gen 2021

Vai alla sezione