I dipinti della Sala delle Pale

Dipinto su tela di cm 157x138, firmato da Giuseppe Bezzuoli (1784-1855), datato 1847.

Il quadro, commissionato dall’Accademia della Crusca, raffigura San Zanobi, suo patrono.
Il 3 agosto 1650, gli accademici della Crusca riuniti in Generale Adunanza per la riforma del loro Statuto, decidono di darsi un “avvocato” (patrono), e scelgono il santo, arcivescovo di Firenze, Zanobi (+ 417). Il 20 ottobre dello stesso anno, la festa del Santo venne solennemente celebrata in Accademia, e la cerimonia si ripeté ogni anno fino al 1764 (ultimo processo verbale delle sedute accademiche per il Settecento).
La scelta di San Zanobi quale patrono dell’Accademia è dovuta al fatto che il santo era nativo di Firenze ed a Firenze giace sepolto nel Duomo in un’urna d’argento, lavoro del Ghiberti (1440 circa).

Dipinto su tela di cm 174x230 del sec. XVII-XVIII di Pier Dandini

La tela allegorica raffigura Filippo Baldinucci, detto in Accademia "il Lustrato", assistito dall'Accademia della Crusca, e dalle arti (Architettura, Pittura e Scultura) nella stesura del suo Vocabolario toscano dell'arte del disegno (Firenze, 1681).
La piacevole composizione, ambientata all'aperto in un paesaggio alberato, si articola nel seguente modo: la figura femminile centrale, rappresentante l'Accademia della Crusca, mostra col dito un foglio sul quale si legge: Vocabolario degli Accademici della Crusca. Alla destra del Baldinucci, che tiene in mano il suo vocabolario in composizione, sta una figura femminile, l'Accademia del Disegno. Sulla sinistra sono raffigurate le tre arti che si indicano a vicenda una pergamena dove è disegnato l'albero genealogico degli artisti fiorentini, al disopra di un panorama di Firenze. Sotto le due raffigurazioni della pittura e della scultura vi sono, rispettivamente, il disegno di una scena di battaglia e una scultura mutila. In basso a destra compare lo stemma dell'Accademia della Crusca col frullone e il motto: "Il più bel fior ne coglie".

Attività

Protocollo di intesa Accademia della Crusca / Ufficio Scolastico Regionale della Toscana / Società Dante Alighieri

L'Accademia della Crusca e la questione del genere nella lingua

Le iniziative dell'Accademia per il 2021, anno dantesco


Agenda eventi

  Evento di Crusca

  Collaborazione di Crusca

  Evento esterno


Avvisi

Chiusura dell'Accademia

Avviso da CruscaLa sede dell'Accademia resterà chiusa il 29 marzo 2024.

Visita dell'ultima domenica di marzo

Avviso da Crusca

ATTENZIONE: Per concomitanza con le feste, la visita all'Accademia della Crusca dell'ultima domenica del mese di marzo si terrà domenica 24 marzo 2024 ore 11.

Vai alla sezione

Notizie dall'Accademia

Italiano e inglese nei corsi universitari: la lettera aperta del Presidente dell'Accademia al Rettore dell’Alma Mater Studiorum e alla Ministra dell’Università

23 feb 2024

Giornata Internazionale della lingua madre: il contributo video del presidente dell'Accademia Paolo D'Achille

21 feb 2024

"Sao ko kelle terre... Piccola storia della lingua italiana": la Compagnia delle Seggiole in scena alla Villa medicea di Castello con uno spettacolo dedicato alla storia dell'italiano

25 gen 2024

Il restauro degli infissi dell'Accademia per il concorso Art Bonus 2024

25 gen 2024

Scomparso l'Accademico Angelo Stella

15 dic 2023

Corso di formazione per insegnanti Le parole dell’italiano: idee e pratiche efficaci per insegnare e apprendere il lessico

15 nov 2023

25 ottobre 2023: il Collegio della Crusca nomina 10 nuovi accademici

27 ott 2023

Aspettando la Piazza delle lingue: quattro incontri all'Accademia della Crusca

05 ott 2023

Vai alla sezione